Vazzola, la Provincia approva il testo revisionato del Piano di assetto territoriale: “Fine di tutte le polemiche”

Dopo le polemiche durate almeno due anni il caso del Pat (Piano di Assetto Territoriale) di Vazzola è giunto al suo epilogo: la Provincia di Treviso, che aveva espresso un parere negativo del testo (giudicato “prolisso e ripetitivo”) ha approvato nei giorni scorsi il testo ripresentato in seguito al confronto avuto dall’amministrazione vazzolese nel corso degli ultimi mesi.

La polemica sul Pat, che aveva infiammato il consiglio comunale dello scorso 7 novembre, era stata definita dai consiglieri di minoranza come “l’epilogo di questa triste amministrazione, poiché è uno strumento malfatto”; accuse che il sindaco Pierina Cescon ha sempre rigettato ricordando la sola funzione collaborativa e consultiva della Provincia, quindi non vincolante ai fini della validità del Pat.

Decisivo è stato il confronto finale fra il comitato tecnico della provincia e gli stessi amministratori vazzolesi, che già nella dibattuta seduta consiliare avevano dichiarato la loro massima disponibilità secondo il principio della leale collaborazione che vige fra Comuni e Provincia, che pare ora aver dato i suoi frutti.  “Il Pat adottato nel 2017 – ha reso noto il Comune di Vazzola in una nota – rivisto in alcune sue parti nel corso del proficuo confronto avviato tra Amministrazione comunale e Provincia, è stato approvato.

“La normativa urbanistica e di tutela del territorio ha imposto doverosi aggiornamenti, in relazione alle grandi trasformazioni economiche e sociali avvenute in questi decenni. Il PAT, già in linea con il Piano di assetto territoriale intercomunale adottato nel 2015 con i Comuni di Mareno e Santa Lucia, segue le disposizioni della Provincia e la più recente normativa regionale in materia di riduzione del consumo del suolo. L’approvazione del Pat da parte della Provincia pone fine alle polemiche sollevate nel corso di questi due anni da chi ne aveva chiesto l’annullamento”.

Le polemiche, scatenate dall’opposizione che aveva abbandonato l’aula in segno di protesta già nel momento dell’adozione del Pat, sembrano dunque essere arrivate al capitolo finale, ad appena un mese dalle elezioni amministrative.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…