Neve e vento, chiusi diversi passi di montagna. Automobilista bloccato dagli accumuli sul Passo Giau: trainato dai Vigili del fuoco fino a casa

Le intense nevicate di ieri sera e di questa notte hanno compromesso la viabilità dei passi di montagna: per i transiti sopra gli 800 metri d’altitudine, infatti, Veneto Strade raccomanda agli automobilisti particolare prudenza, data la presenza di cumuli di neve fresca trasportata dalle raffiche di vento.

Alcune tempeste di neve localizzate hanno già messo in difficoltà diversi veicoli nel pomeriggio di ieri con il conseguente intervento dei soccorsi: proprio per la questione vento, in alcune località il passaggio una tantum degli spazzaneve non è sufficiente a rendere percorribile la strada.

Per questo motivo, l’ente regionale ha preso la decisione di chiudere la S.P. 24 del passo della Val Parola, dal Passo Falzarego alla provincia di Bolzano, la S.P. 149 di Cima Grappa dal chilometro zero alla vetta, la S.P. 148 Cadorna dalla località Forcelletto fino al bivio con la SP149. Chiudono inoltre il Passo Giau, ovvero la S.P. 638 da Pocol fino a Posalf. Chiude anche la S.P. 347 del Passo Duran e del Passo Cereda, fino in località Chiesa.

È stato portato in salvo dai Vigili del fuoco nella serata di ieri, lunedì, l’automobilista rimasto bloccato a causa degli accumuli di neve in prossimità del 22esimo tornante verso il passo Giau a Cortina d’Ampezzo. L’uomo voleva raggiungere casa propria, posta poco distante, quando è rimasto bloccato.

I pompieri di Cortina hanno raggiunto l’uomo, rimasto nell’attesa all’interno dell’auto, e con una fresa hanno aperto la strada e trainato l’auto fino alla vicina abitazione.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata – Vigili del fuoco).
#Qdpnews.it

Total
14
Shares
Articoli correlati