Caerano, l’istituto comprensivo si rinnova con il collegamento della fibra ottica, nuove ringhiere e 6 smart board

Se ai piani alti si teme una possibile chiusura delle scuole, a Caerano di San Marco proseguono i lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico della scuola media e altre migliorie che interessano le elementari Antonio Canova.

Come annunciato già da tempo, l’inizio di questo nuovo anno scolastico 2020/2021 sarebbe stato alquanto movimentato, non solo per le cause legate al Covid, ma anche e soprattutto per i lavori di rifacimento della scuola media, il trasloco delle classi delle medie nello stabile delle elementari e l’arrivo di nuovi arredi e attrezzature scolastiche, che avrebbero modificato l’aspetto interno degli immobili.

A distanza di poco più di un mese dalla riapertura della scuola, oggi venerdì 9 ottobre, è possibile fare un piccolo bilancio delle modifiche finora portate a termine nelle strutture scolastiche.

A darne notizia in prima persona è il vicesindaco Marco Bonora, che dichiara soddisfatto: “Grande sinergia fra Comune e l’istituto comprensivo. Il Comune ha portato la fibra ottica direttamente dentro la scuola per far viaggiare tutti i dispositivi elettronici (lim, pc, notebook…) ad una velocità eccellente. L’istituto ha poi partecipato ad un bando e acquistato 6 smart board, ovvero delle lavagne interattive di ultima generazione, grandi, 75 pollici, per sviluppare progetti e condividere in tempo reale immagini e idee”.

Il bando in questione, intitolato “Interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche, in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19”, aveva infatti permesso alla scuola di beneficiare di 28mila euro di contributi statali.

Una cifra significativa, con cui la dirigenza, in accordo con l’amministrazione comunale, aveva pensato di acquistare circa 120 nuovi banchi e 120 nuove sedie, 12 banchi monoposto trapezoidali da collocare su alcune aule speciali per favorire i lavori di gruppo nel rispetto della distanza interpersonale, 25 sedute attrezzate per uso didattico multifunzionale per le aule con spazi limitati, una brandina per alunni con particolari difficoltà, 10 panche da collocare nel giardino esterno per consentire l’attività didattica anche all’aperto ed, infine, tre portabiciclette per favorire l’uso della bicicletta e ridurre l’affollamento dei mezzi di trasporto scolastico.

“Oltre alla dotazione tecnologica e a quella relativa agli arredi scolastici – prosegue Bonora – continua la messa in sicurezza del plesso scolastico Canova, in Piazza della Repubblica , che attualmente ospita gli alunni sia delle elementari sia delle medie. Sono state infatti installate delle nuove ringhiere che delimitano gli spazi pericolosi: anche queste contribuiscono a rendere sicura la scuola per i nostri ragazzi. Grazie alla sinergia fra il Comune e l’istituto comprensivo stiamo ottenendo dei grandissimi risultati”.

(Fonte: Sara Surian © Qdpnews.it).
(Foto: Marco Bonora).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…