Caerano, quasi 30mila euro all’anno di spesa energetica solo per il Municipio: sì a 264mila euro per la riqualificazione dell’immobile

All-focus

“Il Comune non può continuare a spendere 29mila euro all’anno di fornitura energetica solamente per il Municipio, bisogna correre ai ripari”, così ha tuonato il vicesindaco di Caerano, Marco Bonora, ieri sera, mercoledì 18 marzo, durante la seduta del Consiglio comunale a Villa Benzi.

Lo ha detto in occasione dell’approvazione del programma biennale per l’acquisizione di forniture e servizi e del programma triennale dei lavori pubblici, argomento che di conseguenza è stato ripreso anche durante la successiva approvazione del bilancio di previsione 2021-2023 e aggiornamento del documento unico di programmazione.

I 29mila euro annui di fornitura per il solo Municipio citati dal vicesindaco sono ripartiti in 12mila euro di energia elettrica e 17mila euro di gas (il complessivo delle forniture per il Comune è di 99mila euro di energia e 125mila euro di gas metano).

Una cifra esorbitante che ha portato la giunta guidata dal sindaco Gianni Precoma a decidere per un intervento sull’efficientamento energetico del palazzo comunale, dopo essere intervenuti, quest’anno, sulla biblioteca comunale.

A bilancio, nella programmazione dei lavori pubblici del prossimo triennio, sono stati così impegnati 264mila e 500 euro per la progettazione ed esecuzione dei lavori. 

“Questa somma – precisa Marco Bonora – sarà finanziata con 140mila euro attraverso la legge finanziaria 2020, mentre 124 mila e 500 euro fanno parte del nostro bilancio. Con questi lavori partecipiamo inoltre alla richiesta di conto termico tramite il Gse, quindi contiamo di ricevere ulteriori finanziamenti”.

Lo stanziamento servirà per realizzare il cappotto della struttura, per rimuovere la copertura coibentata sostituendola con un nuovo manto, per nuovi pluviali e lattonerie, sostituzione dei serramenti attualmente in alluminio e senza taglio termico.

Saranno sistemati anche gli interni per sanificare immobile, mentre sarà sostituito l’attuale impianto termico con nuova caldaia a condensazione ad alta efficienza energetica. Saranno dotati di condizionatori alcuni locali attualmente sprovvisti saranno installati alcuni corpi illuminanti a led laddove mancano.

“Questa programmazione ci consentirà di diminuire la spesa corrente per poter fare, in futuro, maggiori investimenti” conclude.

Nel corso della dichiarazione di voto del gruppo di opposizione NuovOrizzonte, la capogruppo Elena Graziotin ha pungolato la giunta dicendo: “Dobbiamo dedurre che abbiate abbandonato l’idea di trasferire il Municipio a Villa Benzi”, a cui ha replicato il vicesindaco Bonora: “Si trattava soltanto di una proposta che volevamo condividere con tutto il Consiglio comunale”.


(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…