Vandali in azione nell’area della croce di Follina. Il vicesindaco Luca Zanta: “Chi sa, chiami la Polizia locale”

Scritte poco decorose di colore azzurro: è questo lo scenario apparso nell’area della croce di Follina, una zona al centro di una serie di manutenzioni per una valorizzazione del territorio.

Delle scritte realizzate con del colore azzurro hanno imbrattato alberi, sassi e tutta l’area immediatamente circostante alla croce di legno di Follina.

Alla luce di tutto l’impegno profuso nella promozione del territorio, anche con la realizzazione della carta dei percorsi sentieristici, è stata non poca l’indignazione che il fatto ha suscitato.

Follina2 copy

Indignazione espressa dal vicesindaco di Follina, Luca Zanta, il quale si è appellato ai cittadini che potrebbero avere qualche informazione utile, affinché si rivolgano alla Polizia locale.

“Fatelo per il vostro paese”, è stato l’appello di Zanta, il quale ha fatto riferimento ai grandi sforzi richiesti per la sistemazione e la promozione del patrimonio di sentieri del follinese.

A fine gennaio, infatti, il presidente dell’associazione Visit Follina, Paolo Cardin, aveva annunciato come la volontà fosse proprio quella di poter continuare a fare manutenzione nei percorsi sentieristici, posizionando una segnaletica in stile Cai, completa di tutti i dettagli tecnici e le tempistiche richieste dal percorso stesso: questo anche in risposta al successo riscosso dal territorio locale, dimostratosi molto attrattivo in un periodo di non poche ristrettezze.

Follina1 copy

Oltre a ciò, la stessa croce in legno di Follina e quella della frazione di Valmareno, sarebbero state sostituite con altre due croci, stavolta in ferro battuto: un obiettivo da realizzare indicativamente entro il periodo di tre mesi (vedi articolo).

E proprio su quello scenario così promettente si è consumato questo atto vandalico: voci di corridoio sostengono che gli autori sarebbero dei “soliti noti”, appartenenti a un gruppetto.

Tuttavia, non sono al momento trapelati indizi o dettagli ulteriori in tal senso.

 

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Luca Zanta).
#Qdpnews.it

Articoli correlati