Portole in visita. Il sindaco Bazjak: “Non basta un giorno per assaporare Fregona”

Il Comune di Portole in visita a Fregona

Il Comune di Portole, in Istria, in visita a Fregona: lo scorso weekend l’amministrazione comunale e tutta la comunità ha accolto la delegazione croata mostrando loro le bellezze e i prodotti del territorio.

“E’ stato un primo approccio con il Comune di Portole. Un paese che ha qualcosa di Veneto visto che la Serenissima era molo presente in quella zona – ha spiegato l’assessore Andrea Falsarella -. Un weekend importante per noi perché stiamo valutando eventuali progetti europei soprattutto nell’ambito dell’ambiente, visto che abbiamo i comune le foreste di San Marco, la foresta del Cansiglio e la foresta di Montona. Iniziamo con un rapporto di amicizia, ragionando sulle somiglianze e sui nostri obiettivi comuni, in prospettiva di un futuro gemellaggio. Una comunicazione semplice la nostra, vista la conoscenza della lingua italiana, e spesso anche del nostro dialetto, e una vicinanza anagrafica ci da modo di capirci: abbiamo la volontà e la determinazione per creare e portare avanti nuove iniziative per il bene dei nostri Comuni”.

La delegazione è stata accolta in municipio sabato mattina dall’amministrazione comunale per poi visitare il monte Pizzoc e il Cansiglio. Dopo il pranzo a La Huta, si sono diretti al Parco Grotte del Caglieron e alla Cantina produttori Torchiato. Ha concluso la giornata la Mostra Cartizze e Prosecco DOCG a Santo Stefano. Domenica hanno visitato la pala San Giorgio e, a seguire, la Big Bench di Borgo Luca. Infine hanno visitato la sede dell’associazione San Giorgio e pranzato a Cal dei cavai.

“L’associazione San Giorgio di Osigo è lieta di aver ricevuto in visita gli ospiti istrani – ha detto Celeste Zanette, presidente dell’Associazione San Giorgio -. Questi incontri rafforzano la conoscenza e i legami storici e culturali tra le due comunità che condividono non solo la conformità del territorio, ma anche basi culturali e tradizioni. Come gruppo ricambieremo la visita permettendo così alla nostra collettività di conoscere meglio il loro paese”.

“Abbiamo proposto loro un mix, un’infarinatura generale dell’intero territorio e a loro ha fatto piacere vedere la cura dei nostri boschi e degustare i nostri prodotti – ha proseguito Falsarella -. E’ fondamentale proporre un paese unitario, bisogna ragionare a livello globale. Non possiamo fermarci, come 50 anni fa, al nostro orticello: bisogna imparare a collaborare tra i vari enti. Conosciamo le difficoltà dei nostri produttori quindi bisogna cercare di dare un supporto a queste persone che si sono sempre date da fare per la nostra comunità”.

“Su invito dell’amministrazione, abbiamo fatto visita a Fregona – ha dichiarato Leo Bazjak, sindaco di Portole -. Siamo molto lieti dell’accoglienza del Comune e di tutta la comunità. Abbiamo avuto un’opportunità unica di incontrare e assaggiare quello che Fregona è per un turista. Fregona ha tanto da proporre, non basta un giorno per visitarla tutta: dai luoghi naturalistici, ai prodotti di ottima qualità, la cantina del Torchiato, la cima del monte Pizzoc e le Grotte del Caglieron sono posti che meritano di essere visitati.

Questo territorio si è sviluppato meglio rispetto al nostro, la nostra è una zona abbastanza rurale. Come nel nostro Comune, anche Fregona sta affrontando il problema dello spopolamento: la popolazione diminuisce e dobbiamo pensare a come intervenire. Solamente portando delle migliorie nel territorio, sviluppando iniziative, servizi e opportunità per i locali, si riuscirà a combattere questo fenomeno” ha concluso il primo cittadino.

Far conoscere il territorio di Fregona in tutto il mondo è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione e, per presentare al meglio il paese, sono già in atto diverse migliorie: “L’associazione San Giorgio, di cui faccio orgogliosamente parte, negli scorsi mesi ha recuperato i sentieri, insieme al Comune e agli Alpini di Osigo – ha fatto sapere l’assessore Falsarella -. Un orgoglio questo anche in ambito Unesco: a breve verranno tabellati i percorsi e verranno stampati i leggii per Osigo e Fregona. Cominciamo a smuovere il territorio in ambito Unesco portando maggiori turisti nel nostro paese: uno slancio positivo per la nostra comunità e attività commerciali”.

(Foto: Qdpnews.it ©️ riproduzione riservata – Andrea Falsarella).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…