Sartoria, cucina, tessitura: le abilità manuali in primo piano nei laboratori estivi del Comune per i ragazzi

Sartoria, cucina, tessitura: le abilità manuali in primo piano nei laboratori estivi del Comune per i ragazzi

Il Comune di Giavera del Montello ha già organizzato le attività estive per i bambini e i ragazzi del paese, incrementando le proposte per tutte le fasce d’età. 

Quest’anno, oltre ai bambini della scuola dell’infanzia e della primaria e ai ragazzi della secondaria di primo grado, l’attenzione si è focalizzata anche sugli studenti delle superiori

Per i bambini dell’asilo verranno proposti i centri estivi organizzati da una cooperativa differente rispetto a quella dell’anno scorso. 

Un centro estivo a tema anche per i bambini delle elementari, mentre per i ragazzi delle medie la proposta riguarda alcuni laboratori. 

Verrà proposto un laboratorio di cucina con uno chef internazionale, che insegnerà ai ragazzi tante interessanti ricette con un occhio ai piatti di diversi Paesi del mondo. 

Ci saranno anche un laboratorio di tessitura, che permetterà ai partecipanti di imparare a fare un telaio e a tessere, un laboratorio sartoriale con la collaborazione della locale Sartoria Sociale e un laboratorio di danza

I centri estivi inizieranno il primo lunedì subito dopo la fine della scuola e andranno avanti fino al primo venerdì di agosto, mentre i laboratori per i ragazzi delle medie inizieranno a luglio.

“Per i ragazzi delle scuole medie – spiega l’assessore Francesca Varaschin – è stata introdotta una nuova proposta: le prime due settimane di luglio saranno presenti a Giavera dei giovani insegnanti madrelingua, provenienti dall’Irlanda, per una full immersion di 8 ore al giorno di inglese. Ci sarà anche la possibilità di ospitare questi docenti nelle proprie abitazioni. Per i ragazzi delle superiori, invece, abbiamo aderito al progetto ‘Ci sto? Affare fatica‘”.

“Verranno individuati alcuni lavori – continua – nei quali i ragazzi saranno seguiti dagli educatori della cooperativa che porta avanti il progetto (dalla sistemazione delle aiuole alla pittura della panchina). I giovani verranno pagati in buoni che potranno essere usati in alcune attività commerciali di Giavera. Per buona parte di queste attività, il Comune darà un contributo per mostrare la propria vicinanza alle famiglie”.

“Abbiamo lavorato – conclude – per offrire delle proposte che possano essere sostenibili economicamente dalle famiglie. Se qualcuno si dovesse trovare in una situazione particolarmente difficile sotto il profilo economico, verrà valutata la possibilità di conferire dei contributi straordinari per le famiglie in difficoltà o per chi ha due o più figli che vogliono partecipare alle nostre attività estive”.

Per tutte le informazioni, è possibile contattare la segreteria del Comune di Giavera del Montello scrivendo a segreteria@comune.giavera.tv.it (i primi giorni di maggio verrà organizzato un incontro con i genitori interessati a queste proposte estive per i bambini e per i ragazzi del paese). 

(Foto: Comune di Giavera del Montello). 
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…