Pro Loco, niente bis alla presidenza per Anna Iseppon: “Candidatevi per il bene della comunità”

Anna Iseppon

Giovedì 4 aprile, al centro polifunzionale di Miane, si terrà l’assemblea ordinaria della Pro Loco per rinnovare il consiglio direttivo per gli anni 2024-2028. Prima convocazione alle ore 7, seconda convocazione alle 20.30.

E’ infatti terminato il primo mandato da presidente di Anna Iseppon, che ha deciso di non ricandidarsi per motivi familiari e lavorativi, ma che non lascerà l’associazione e che desidera spronare i cittadini di tutte le realtà mianesi a mettersi in gioco per il paese.

Presidente, cosa si aspetta per il prossimo futuro della Pro loco di Miane?

“Ci aspettiamo un rinnovo vero e proprio del consiglio con queste elezioni. Alcuni dei consiglieri attualmente in carica hanno già comunicato che intendono fare un passo indietro e rimanere a disposizione come volontari durante il prossimo mandato. Io stessa non potrò ricandidarmi a presidente: per motivi lavorativi e famigliari dovrò ridurre il tempo da dedicare all’associazione, fermo restando la mia disponibilità a rimanere in consiglio, se necessario, e come volontaria”.

Quali sono stati i momenti più belli di questo suo mandato?

“Abbiamo iniziato il mandato tra mascherine e green pass, con tutte le limitazioni legate all’emergenza Covid, ma la voglia di fare non è mai venuta meno e in questi anni abbiamo fatto molto (alla faccia dei sostenitori del “A Miane no se fa mai nient!”). In questi anni abbiamo riproposto iniziative ormai storiche come la Mostra del Conegliano Valdobbiadene docg e Malghe tra Miane e Borgo Valbelluna, abbiamo partecipato alle giornate nazionali delle Pro Loco, alle giornate dei Colli Veneti, al Panevin condiviso con le Pro loco del Quartier del Piave e a Frutto di un sostegno sociale. Abbiamo inoltre proposto partecipate proiezioni musicali al teatro Jean Antiga e portato avanti la valorizzazione e la catalogazione delle opere d’arte delle nostre chiese (ricerca molto importante che diventerà presto un libro sul Museo diffuso di Miane). Molto altro rimane da fare!”. 

Lei non si ricandiderà, ma cosa si sente di dire a chi volesse entrare a far parte della Pro loco?

“Vorrei lanciare un appello: mi piacerebbe, ed è un’opinione condivisa anche dai miei consiglieri e da alcuni volontari, che il prossimo direttivo fosse una rappresentanza di varie realtà del territorio mianese. Sarebbe meravigliosa la presenza di membri delle frazioni e di associazioni sportive e/o culturali del nostro comune. Anche perché, ricordo, noi abbiamo in gestione una struttura che è comunale (il centro polifunzionale), non della Pro Loco, e in quanto tale ci piacerebbe fosse sentita un po’ come luogo aperto a tutto il paese, non solo come un posto dove fare pranzi o cene”.

Qual è dunque il suo appello?

“Mi piacerebbe, come già riferito in più occasioni, che la Pro Loco fosse, letteralmente, pro loco, cioè un’associazione a favore del territorio. Per questo mi rivolgo a tutte le persone che amano Miane, che credono nel suo potenziale e vogliono valorizzare e far conoscere questi luoghi: candidatevi per far parte del prossimo direttivo! Se volete informazioni, siamo a disposizione: contattateci pure al 342-7101141″.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata – Anna Iseppon).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…