Orsago, cena per l’avvio dell’attività del gruppo Mercuryus per coinvolgere le persone disabili

Il gruppo sportivo Mercuryus ha organizzato la tradizionale cena per iniziare un nuovo anno di attività, che intende confermare e rinnovare i successi raccolti negli anni precedenti, continuando a coinvolgere chi convive con la disabilità.

L’associazione guidata da Luciano Morandin ha vissuto il momento conviviale di recente al Ristorante ai Cadelach di Revine, centoventi i partecipanti.

Il sodalizio è stato fondato nel 2005, costituito inizialmente da una decina di ragazzi. Nel 2020 conta 80 atleti iscritti.

Con tre semplici parole è possibile descrivere lo spirito che anima questa bella realtà aggregativa. La prima è gruppo, perché prima di tutto essa cerca di stabilire degli ottimi rapporti umani fra gli aderenti, sfruttando una passione comune come la corsa. Così è stato anche nel 2019 con l’arrivo di alcuni nuovi tesserati.

orsago 2 copy
La seconda parola è sportivo, in quanto una sana dose di competitività sportiva aiuta anche ciascuna persona a crescere nel proprio percorso di vita, con nuove sfide e stimoli sempre da raggiungere, o semplicemente strumento per trovare un attimo di pace nella vita troppo frenetica di oggi.

La terza parola è “Mercuryus”, perché nell’antica Grecia, Mercurio era il messaggero degli Dei, rappresentato con le ali ai piedi. “E noi le ali ai piedi le abbiamo messe in più circostanze!”, ha sottolineato Luciano Morandin.

“Anche in quest’ultimo anno infatti non sono di certo mancati traguardi prestigiosi – prosegue -, con atleti Finisher in gare internazionali e prestigiose quali l’Ultra Trail del Monte Bianco, il summit mondiale del Trail, la 100Km del Passatore, ovvero la 100Km su strada più famosa, la Lavaredo Ultra Trail per citarne qualcuna”.

“Per non parlare dei numerosi piazzamenti a podio di qualche nostro atleta, – sottolinea – consacratosi definitivamente nel panorama locale e non solo, e di alcune manifestazioni con partecipazione di massa come il Chianti Trail, la 24 ore Telethon di Udine con ben due squadre e la Maratona di Ravenna”.

“Non meno importanti e ricche di grosse soddisfazioni – aggiunge – le varie collaborazioni con i nostri inseparabili Amici in carrozzina, ovvero gli Amici Di Diego, sempre pronti a regalarci grosse emozioni. Spingere questi ragazzi nelle varie corse, che sia una mezza o una maratona, trasmette sempre davvero belle sensazioni. È un binomio vincente ed inossidabile, destinato a durare a lungo. Anche il 2020 sarà ricco di avventure e soddisfazioni”.

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: gruppo sportivo Mercuryus).
#Qdpnews.it 

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…