Orsago, la soddisfazione del comitato no pirogassificatore: “Ringraziamo chi ci ha sempre sostenuto”

E’ ufficiale la decisione di non far diventare realtà il progetto del pirogassificatore ad Orsago. Una decisione accolta con soddisfazione dal “Comitato no pirogassificatore”, che con l’occasione ha deciso di diffondere una nota stampa per ringraziare tutti i sostenitori in questa lunga battaglia.

“Si coglie l’occasione – scrivono in una nota – per ringraziare tutti i cittadini che hanno affiancato il comitato e il Comune durante i ricorsi sia al Consiglio di Stato che al Tar, il Comitato no pirogassificatore Gaiarine in particolare Renzo Rizzon suo esponente nonché esponente dell’associazione amica Terra di Gaiarine, il professore Gianluigi Salvador del direttivo Pan Italia, il dottor Luciano Zorzenone del direttivo dell’associazione Cordicom del Friuli Venezia Giulia, il sindaco Tiberio Businaro del Comune di Carceri, che accettò la richiesta di aiuto da parte del Comitato e venne ad Orsago, per portare la sua esperienza di sindaco”.

“Ringraziamo i consiglieri regionali Andrea Zanoni e Patrizia Bartelle, che sono sempre stati al nostro fianco, il consigliere d’Este Francesco Roin, il nostro avvocato Alessandra Cadalt che in maniera magistrale ha rappresentato 170 cittadini di Orsago durante i ricorsi, il Comune di Orsago specialmente ai capigruppo di minoranza, in particolare Felice Bragaggia, Giuseppe Scarabellotto e Paola Zanchettin, che all’epoca avvisarono in tempo i cittadini di via Camparnei, che vi era in progetto la costruzione di un pirogassificatore che avrebbe dovuto sorgere fronte abitazioni, dando ai cittadini, il tempo necessario per ricorrere ad un legale e a mobilitarsi per difendere i propri diritti, ai medici dell’Isde, che si sono adoperati durante le conferenze per spiegare e far capire quanto è importante vivere in un ambiente salubre per la salute di tutti in particolare dei bambini, ai giornalisti, alle emittenti televisive, e a tutti coloro che ci sono stati vicini durante le manifestazioni e non solo”, aggiungono.

“I colpi di scena non sono mancati – commenta il comitato – ma da queste situazioni si impara che bisogna non mollare ma avere fiducia nella giustizia. Per far questo bisogna unirsi fra cittadini e fra comitati perché se si combatte per il diritto alla vita e per avere giustizia, lo si deve fare credendo nell’unione fra cittadini di buona volontà e naturalmente quando è necessario, ricorrere ad un bravo legale”.

La presidente del “Comitato no pirogassificatore Orsago” Piccin Giancarla, ha deciso insieme al comitato di non sciogliere questa unione, poiché potrebbe ripresentarsi il caso di dover far fronte a qualche improvvisa o stagnante problematica legata alla salute, all’ambiente e ai diritti di tutti i cittadini di Orsago.

(Fonte e foto: Comitato no pirogassificatore Orsago).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…