Ascotrade, presentato il protocollo d’intesa con i servizi sociali alla Conferenza dei sindaci della Provincia

Il protocollo d’intesa proposto da Ascotrade è stato presentato nei giorni scorsi alla Conferenza dei Sindaci della Provincia di Treviso, alla presenza dei 94 rappresentanti e amministratori comunali riuniti in modalità da remoto.

Una collaborazione tra i Comuni e Ascotrade per aiutare i clienti a far fronte a questo momento di difficoltà economica.

Ascotrade ha proposto un accordo che intende sviluppare una vera e propria rete di aiuto per i cittadini più bisognosi attraverso la collaborazione regolamentata tra l’azienda e i servizi sociali dei Comuni.

Un canale diretto che aiuterà le famiglie a ottenere politiche di credito dedicate e un supporto nel pagamento delle utenze domestiche di luce e gas, con l’obiettivo di offrire dei piani di rientro a condizioni agevolate e una gestione dedicata e finalizzata a prevenire le sospensioni per morosità delle forniture di luce e gas.

Ascotrade riserverà infatti, ai clienti maggiormente in difficoltà, specifici piani di rientro a condizioni agevolate, anche previa negoziazione o rateizzazioni del debito più favorevoli rispetto alla norma, nonché abbuoni dei costi amministrativi di riattivazione dei contratti, nei casi di chiusura.

“La vicinanza al territorio è una delle nostre peculiarità. – afferma il presidente di Ascotrade Nicola Cecconato – La nostra azienda ha le sue radici in questo territorio e da sempre si sente vicina a chi la rappresenta. Con l’iniziativa presentata alla Conferenza dei sindaci della Provincia di Treviso, abbiamo la possibilità di ribadirlo ancora una volta – ha sottolineato Nicola Cecconato, Presidente di Ascotrade e del Gruppo Ascopiave -. Come detto, la vicinanza al territorio è una delle peculiarità, fin dalla sua nascita, del Gruppo Ascopiave che trae origine da un Consorzio vocato al sostegno alla collettività. Con molto piacere vedo che questa tradizione continua a essere attuata anche nel percorso intrapreso dal Gruppo Hera nel momento in cui ha preso il controllo di Ascotrade”.

“La condivisone del protocollo con le presidenti dei comitati di distretto Lisa Tommasella e Annalisa Rampin, – ha dichiarato Paola Roma, presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Azienda Ulss 2 Marca Trevigiana – permetterà in particolare di far sì che non si verifichi uno stallo nella fornitura dei servizi di gas ed energia elettrica nei confronti degli utenti morosi seguiti dai Servizi Sociali, andando così a risolvere nell’immediato le problematiche derivanti dalle difficoltà legate ai pagamenti. Il Protocollo, presentato in sede di Conferenza dei Sindaci, sarà ora valutato dalle singole Amministrazioni per essere approvato, tenendo conto delle specificità di ogni singola realtà territoriale”.

Un segno di vicinanza alle famiglie più deboli. Questa iniziativa vuole essere un segno di vicinanza a chi oggi si trova in condizioni di particolare difficoltà, – commenta Filippo Boraso, direttore generale di Ascotrade – aprendo un canale di comunicazione diretto tra l’azienda e gli uffici dei servizi sociali delle amministrazioni comunali; l’iniziativa va ad aggiungersi allo Sconto Famiglie, operazione quest’ultima rilanciata per il dodicesimo anno, che prevede una riduzione della tariffa gas applicata ai clienti con Isee ridotto e disagio lavorativo. Ci auguriamo che l’adesione da parte dei Comuni sia ampia, così da creare una rete di sostegno capillare in tutta la provincia”.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Articoli correlati