Pieve di Soligo, ieri il saluto della comunità a suor Lucia Simonetto, che va in pensione…a 91 anni

Tantissimo affetto, molta riconoscenza e grande commozione per il saluto ufficiale della parrocchia di Pieve di Soligo a suor Lucia Simonetto, che a quasi 92 anni – li festeggerà il prossimo 11 marzo – si congeda dalla comunità ecclesiale e civile e va meritatamente in pensione nella casa di riposo di Bassano del Grappa.

Nella mattinata di domenica 7 marzo nel Duomo pievigino, alla messa delle 9.30 pensata proprio per un momento speciale di grazie alla religiosa della congregazione di Maria Bambina, tante persone hanno voluto partecipare e dire tutto il loro bene a suor Lucia. Emozionato il gruppo al completo delle consorelle presenti alla celebrazione, guidato dalla superiora suor Dina Gazzola, anche perché suor Lucia è la prima a lasciare Pieve di Soligo al termine del suo lungo servizio educativo e pastorale, iniziato ormai 22 anni orsono. Tra pochi mesi, infatti, come già annunciato (vedi articolo), si concluderà la presenza delle suore di Maria Bambina nella cittadina del Quartier del Piave,  avviato quasi 140 anni fa  presso le opere Balbi Valier.

Sono grata ai pievigini per il bene immenso che mi hanno voluto in tutti questi anni – ha detto prima dell’inizio della messa ai nostri microfoni – e nel mio cuore e nella mia preghiera saranno sempre presenti”.

Solenne il rito presieduto dall’arciprete don Giuseppe Nadal, in una giornata speciale che ricordava proprio il 7 marzo il 176esimo anniversario della nascita del beato Giuseppe Toniolo, invocato  in tutte le funzioni domenicali e nei giorni della novena precedente per l’intercessione contro la pandemia e il disagio economico e sociale.

Parole di stima e gratitudine a suor Lucia sono state rivolte al termine della messa da monsignor Nadal, visibilmente emozionato, che ha elogiato il servizio instancabile svolto dalla religiosa in particolare con il conforto delle visite agli anziani e agli ammalati, l’attività con la Caritas e la San Vincenzo, l’animazione delle veglie delle liturgie dei defunti. Con una caratteristica particolare: l’inconfondibile bicicletta, con cui suor Simonetto era sempre solita girare per Pieve, offrendo così sempre il segno della sua apprezzata presenza a contatto con le persone.

In Duomo ha preso la parola anche la vice presidente del consiglio pastorale di Pieve, Tiziana Bernardi, che ha ribadito l’affetto e la riconoscenza  della comunità e ha fatto anche dono di una pianta e di un’icona con dedica speciale alla religiosa. Non è mancato l’intervento del sindaco, Stefano Soldan, presente alla messa, che ricordando il forte legame di Pieve di Soligo con le religiose di Maria Bambina ha portato il suo saluto di speciale gratitudine a suor Lucia e a tutte le suore della comunità per il loro grande contributo alla vita buona di tutti.


(Fonte: Beatrice Zabotti © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di alcuni lettori).
#Qdpnews.it

Total
4
Shares
Articoli correlati