San Vendemiano, libri d’asporto…a bordo di una bicicletta: la storia di Irene Rosolen e della sua libreria “Chiodo fisso”

Consegne di libri a domicilio a bordo di una bicicletta? Sì, è possibile: si tratta dell’idea che Irene Rosolen, 37enne titolare della libreria indipendente “Chiodo fisso”, in piazza San Marco a San Vendemiano, ha voluto proporre ai propri clienti, assicurando così la possibilità di assaporare nuove letture, anche in zona rossa.

La storia della libreria “Chiodo fisso” è particolare: l’attività, infatti, ha aperto soltanto da una settimana, lo scorso 8 marzo, proprio il giorno della Festa della donna e, come omaggio a questa giornata, per circa una settimana l’orario di apertura della libreria è stato dalle 8 alle 20.

“L’idea di portare i libri ai clienti, a bordo della mia bici, è il risultato di diversi fattori: da un lato la bicicletta è una passione, oltre che uno strumento ecologico per muoversi, mantenendosi in forma, dall’altro è un sistema utile alla situazione in cui ci troviamo, a meno che non ci sia un chilometraggio importante da fare”, ha spiegato Irene Rosolen, la quale ha raccontato come il nome della sua libreria abbia preso spunto da quello che da sempre è stato il suo “chiodo fisso”, ovvero la passione per la lettura.

“Aprire una libreria è sempre stato qualcosa che mi sarebbe piaciuto fare – prosegue nel proprio racconto Irene Rosolen – e volevo un nome che non fosse immediatamente collegato al mondo della lettura, ma fosse invece facile da ricordare”.

“Sono laureata in Giurisprudenza e ho sempre lavorato negli uffici legali di azienda, ma ad un certo punto volevo cambiare e, considerato questo aspetto, e poi la nascita di mia figlia tre anni fa, ho dato le dimissioni e ora ho aperto la mia libreria: la passione per i libri e la lettura è sempre stata dentro di me. – ha aggiunto – Si tratta di una dimensione nuova e la pandemia non mi sta condizionando: la prima settimana è andata bene, perché la mia libreria era una novità“.

Una novità come l’idea dei libri consegnati in bicicletta, per la quale Irene Rosolen ha spiegato di essersi ispirata all’esperienza di Mattia Garavaglia, titolare della Libreria del Golem, libreria indipendente torinese: Garavaglia, oltre a mettere in atto l’idea dei libri consegnati a domicilio a bordo della propria bici, è anche uno dei fondatori di Bookdealer, la prima piattaforma di e-commerce in Italia che offre uno strumento di vendita alle librerie indipendenti.

“Presto questa piattaforma arriverà in libreria, nel frattempo ho organizzato i vari scaffali per singoli Stati: ognuno di essi infatti raccoglie romanzi, saggi e altri volumi per ogni singola Nazione, in modo tale da dare la possibilità di conoscere quei territori sotto diversi punti di vista”, ha specificato Irene Rosolen.

E la consegna dei libri in bicicletta? Come funzionerà?

“A seconda di quello che sarà il numero di richieste arrivate, vedrò di salire a bordo della mia bici durante la pausa pranzo, prima o dopo la chiusura della mia libreria oppure dedicherò un intero pomeriggio a settimana”, ha concluso la titolare della libreria “Chiodo fisso”.

(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…