Basso Feltrino in festa, porte aperte e un grazie corale ai Vigili del fuoco volontari con base operativa a Quero. “Confidiamo in nuove disponibilità”

Clima di festa sabato mattina a Quero, sede del distaccamento Vigili del fuoco volontari del Basso Feltrino, per l’inaugurazione della nuova autorimessa (concessa in comodato gratuito dalla ditta Fassa) e l’integrazione del parco macchine con ulteriori mezzi.

Nello specifico si tratta di una nuova autobotte Iveco 180 E 30, ricevuta dalla caserma di Belluno, con cambio automatico e doppio serbatoio, acqua e schiumogeno, oltre a due moduli operativi da installare sul pick-up già in dotazione al distaccamento, uno per interventi standard ed uno specifico in caso di allagamento.

Nel pomeriggio è avvenuto il consueto evento “Caserma aperta”, con l’esposizione dell’attività del distaccamento, tra cui un percorso ad ostacoli e una prova spegnimento destinata ai bambini; un ricco chiosco ha invece allietato i genitori.

Il distaccamento ha preso vita nel 2003 (il prossimo anno ricorre infatti il ventennale), con il principale sostegno del Comune di Quero ed attualmente operativo mediante una convenzione tra i comuni di Quero-Vas, Alano di Piave e Segusino. I volontari sono una quindicina, in servizio attivo ce ne sono 10 che a turno mantengono il presidio (4 da Segusino).

“Un grazie al capo distaccamento Massimo Andreazza per il gentile invito – ha affermato il neo assessore alle associazioni di Segusino, Stefano Stramare – e complimenti alle amministrazioni comunali di Quero-Vas ed Alano di Piave per la collaborazione e sostegno che danno insieme a noi a questa importante realtà, ormai arrivata a 20 anni di presenza nel territorio. Grazie ai volontari che contribuiscono tutti i giorni alla nostra sicurezza“.

Una realtà molto importante per il Basso Feltrino, per questo l’assessore Stramare ritiene opportuno fare un invito: “A Belluno è appena partito un nuovo corso con oltre 20 aspiranti volontari, uno dei quali dovrebbe essere accorpato al nostro distaccamento. Ne servirebbero altri per garantire una maggiore o migliore turnazione a seconda delle necessità specifiche”.

“Nell’anno in corso i volontari hanno effettuato circa un centinaio di interventi – precisa Stramare -, oltre ad accorrere in caso di incendio, sono attivi negli incidenti stradali e nella ricerca di persone disperse: quest’ultimo intervento è avvenuto qualche giorno fa”.

Sabato erano presenti Silvia Rizzotto, consigliere del Veneto e promotrice della legge regionale per istituire questi presidi da affiancare a quelli permanenti, il sindaco di Quero-Vas Bruno Zanolla, il parroco di Quero, che ha benedetto i nuovi mezzi, e una rappresentanza del distaccamento dei Vigili del fuoco volontari di Asolo.

(Foto: Comune di Segusino – Vigili del fuoco volontari “Basso Feltrino”).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…