Non solo Prosecco nelle colline Unesco, l’Oliveto Riva Jacur premiato al 24 Palio Olio Extra Vergine di Oliva Novello

Non ci sono solo vini pregiati nel territorio delle colline Unesco di Conegliano e Valdobbiadene perché dal 24 Palio Olio Extra Vergine di Oliva Novello arriva un riconoscimento importante anche per un altro prodotto d’eccellenza di queste terre: l’olio.

Nelle colline di Collalto troviamo infatti l’Oliveto Riva Jacur e l’azienda ha ricevuto due Gran Menzioni nella categoria “confezionato” una per la Monocultivar Frantoio Oliveto Riva e una per Evo 100% Italiano Blend Oliveto Riva oltre al terzo premio nella categoria “uso familiare”.

Il concorso è riservato all’olio extravergine di oliva ottenuto da olive prodotte nella zona a denominazione “Veneto Dop” e si propone di stimolare gli olivicoltori e i frantoiani al miglioramento della qualità, individuando le migliori produzioni di oli extravergine di oliva, favorendone la conoscenza e diffusione al consumatore finale

L’Oliveto Riva Jacur è arroccato su un colle che tra balze rocciose e brevi terrazzamenti degrada verso il fiume Piave, davanti al Montello.

Coltivato a vite da tempo immemore, il colle è stato recuperato alla coltivazione dell’olivo e della vite dopo le distruzioni della Grande Guerra e l’abbandono dei decenni successivi.

L’azienda Breda Luciano ha sede legale a Sernaglia della Battaglia ma l’olio viene prodotto solo nel territorio del Comune di Susegana.

L’Oliveto Riva Jacur è una prova evidente di come l’agricoltura di nicchia sia una componente determinante dell’economia locale, del recupero e della valorizzazione del territorio e della volontà dell’azienda, in particolar modo della signora Maria Rosa, di voler coltivare l’ulivo e ottenere un prodotto di ottima qualità con grande soddisfazione anche per i premi ricevuti.

“Questo risultato ci rende orgogliosi – ha affermato Evelyn Zanco, assessore all’agricoltura del Comune di Susegana – e dimostra che il nostro territorio può essere coltivato anche con prodotti che sovente associamo ad altre zone. Invece, dobbiamo capire che si possono ottenere anche altri prodotti di ottima qualità, proprio come l’olio, per ampliare la nostra offerta enogastronomica e richiamare nuovi turisti e appassionati”.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: l’Oliveto Riva Jacur).
#Qdpnews.it

Articoli correlati