Scoperto un focolaio di influenza aviaria a Silea: l’Ulss 2 ordina l’abbattimento degli animali

Un focolaio di influenza aviaria si è verificato in un allevamento di circa 700 capi nel territorio comunale di Silea, in provincia di Treviso.

Alla luce dei campionamenti eseguiti dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, che oggi hanno dato esito positivo per influenza aviaria ad alta patogenicità, si è riunita l’Unità di Crisi della Regione Veneto, cui hanno partecipato l’Ulss 2 Marca Trevigiana e l’IZS.

L’Ulss 2 ha emanato l’ordinanza di abbattimento degli animali e individuato la ditta incaricata, che procederà utilizzando le metodologie previste perché l’operazione avvenga senza sofferenze.

È inoltre in corso di predisposizione un’ordinanza del presidente della Regione Luca Zaia in cui verranno assunte varie misure nella zona di protezione (entro 3 chilometri dal focolaio) e in quella di sorveglianza (fino a 10 chilometri).

L’Unità di Crisi fa appello ai proprietari di allevamenti, anche piccoli o famigliari che si trovino nei 10 chilometri dal focolaio, di segnalare immediatamente l’eventuale verificarsi di mortalità anomala ai veterinari dell’Ulss, che provvederanno alle analisi del caso.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
11
Shares
Articoli correlati