Treviso, anche due unità cinofile nell’operazione antidroga della Questura. Quarantenne cerca di nascondere in bocca un grammo di cocaina: segnalata

Nella giornata di ieri la Questura di Treviso ha organizzato un servizio mirato in materia di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

La vasta attività ha visto impiegate le Volanti della Questura e le pattuglie della Squadra Mobile, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine di Padova e di due unità cinofile.

Sono stati effettuati controlli massivi in tutto il centro di Treviso, in particolare nella zona di via Roma e dei giardini Porta Altinia, nonché nei Quartieri Fiera, San Liberale e San Paolo.

L’attività di controllo ha consentito, anche attraverso il ricorso agli strumenti previsti dalla normativa specifica in materia antidroga, di recuperare sostanza stupefacente del tipo cocaina.

In particolare, una donna quarantenne, vista muoversi con fare sospetto a San Liberale, alla vista degli operatori della Mobile ha tentato di occultare all’interno della bocca la sostanza stupefacente, poi accertata essere cocaina (un grammo) da poco acquistata, al fine di sfuggire al controllo di polizia.

Analogo comportamento è stato tenuto da un uomo, sempre quarantenne, che in Strada Ovest è stato trovato in possesso sempre di cocaina, dopo aver tentato di darsi alla fuga ed essere stato repentinamente bloccato dagli operatori di polizia.

Tali soggetti sono stati segnalati ex art. 75 L. 309/90 alla Prefettura, mentre sono in corso indagini finalizzate all’identificazione di coloro i quali hanno ceduto la sostanza stupefacente.

(Foto: Questura Treviso).
#Qdpnews.it

Total
6
Shares
Articoli correlati