Treviso, prosegue la campagna delle vaccinazioni: attualmente quasi 57 mila i vaccinati nella provincia

Sono quasi 57 mila i vaccinati presenti nella provincia di Treviso: dopo il personale sanitario e scolastico, Forze dell’Ordine, operatori e ospiti delle strutture per anziani, la campagna prosegue e sta riguardando 80enni e 81enni.

A partire da lunedì 8 marzo, invece, toccherà agli anziani appartenenti alla fascia di età compresa tra gli 82 e i 92 anni, ai quali potrebbe spettare il vaccino Moderna oppure Pfizer.

La settimana successiva, invece, da lunedì 15 marzo le somministrazioni verranno riservate agli anziani nati nel 1926, 1927, 1928 e 1938, per poi lasciare posto, a partire dal 22 marzo, alle classi 1930, 1931, 1932 e 1937.

Verso la fine del mese, invece, dal 29 marzo, toccherà agli anziani nati tra il 1933 e il 1936 compresi.

Sempre entro le fine di marzo, inoltre, si concluderà il ciclo vaccinale dedicato ai docenti, rappresentanti delle Forze dell’Ordine e operatori socio-sanitari dei Comuni trevigiani.

Nel frattempo si registrano delle novità anche sul fronte delle dimissioni ospedaliere: a partire da oggi, mercoledì 3 marzo, i pazienti ricoverati di età superiore agli 80 anni verranno vaccinati prima di poter fare ritorno a casa, secondo quanto predisposto direttamente dalla Regione Veneto.

Nel frattempo buone notizie arrivano dal personale Ulss, dove si contano soltanto due operatori sociosanitari positivi, grazie all’influenza dei vaccini.

Sono al momento sei, tra medici e infermieri, ad aver rifiutato la propria dose di vaccino: come hanno fatto sapere le autorità sanitarie, tali profili verranno segnalati all’Ordine dei medici.

Buone notizie anche dalle case di riposo del territorio, dove i vaccini sembrano aver fatto effetto, dal momento che i contagi si sono quasi azzerati.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Articoli correlati