La sorpresa che non ti aspetti: signora di Valdobbiadene ritrova il portafoglio in un pacco postale ricevuto dalla Polizia locale: “Grazie a tutti, sono molto felice”

“Mi ero rassegnata a cercarlo e credevo davvero di non ritrovarlo più”. Invece questa volta la storia di un classico furto di portafoglio vicino ad un noto supermercato di Valdobbiadene ha avuto un lieto fine… anche se con 200 euro in meno. La proprietaria ieri sera ha ritrovato il portafoglio in un pacco postale inviato alla Polizia locale della città del Prosecco superiore Docg.

Il fatto (doloroso anche per il valore affettivo di quell’oggetto) era avvenuto martedì scorso attorno alle 15 in pochi istanti, forse anche a causa di una distrazione. Sta di fatto che la signora, dopo qualche minuto, si è accorta di avere con sé solo il cellulare e non il portafoglio, con i quali era entrata al supermercato.

Tanto cercare in quel pomeriggio concitato e nei giorni successivi non aveva portato ad alcun risultato, ormai la donna aveva fatto denuncia ai Carabinieri di Valdobbiadene e, dopo aver immediatamente bloccato le carte, aveva già fatto partire le pratiche per avere un duplicato della patente. Ieri sera, mercoledì 19 gennaio, una telefonata a sorpresa dal municipio di Valdobbiadene: “Signora, abbiamo qui da noi un pacco per lei con dentro il suo portafoglio e tutti i documenti“.

“Ieri sera i Vigili urbani di Valdobbiadene mi hanno chiamato perché avevano ricevuto un pacco via posta che conteneva il mio portafoglio – racconta la signora di San Pietro di Barbozza -. Dentro non c’era più il contante ma c’erano la mia patente, la carta di credito, il bancomat eccetera”.

Non so chi l’abbia inviato ma lo ringrazio di cuore perché il portafoglio era un ricordo di mia mamma, che ora non c’è più, quindi ha un enorme valore sentimentale per me – conclude la donna -. Sono super contenta di aver ritrovato un oggetto che potrebbe sembrare futile e ringrazio tutti quelli che si sono preoccupati per me“.

Un bel lieto fine, in tempi così duri in cui criticare e denigrare l’altro è la “moda quotidiana”, che dimostra come le buone azioni e l’essere felici per piccole cose non siano così rari come si sarebbe portati a pensare. 

(Foto: web).
#Qdpnews.it

Total
20
Shares
Articoli correlati