Scritte sull’asfalto e sui tendoni della Pro Loco a Tezze di Piave. Il sindaco: “Le forze dell’ordine stanno già visionando le telecamere”

Vandali in azione a Tezze di Piave. Questa mattina alcuni cittadini hanno denunciato la comparsa di una scritta sull’asfalto nel parcheggio Zacchi, vicino al cimitero, mentre altri si sono accorti di quelle fatte sui tendoni in uno spazio gestito dalla Pro Loco della frazione del comune di Vazzola.

L’amministrazione comunale e la Pro Loco hanno già allertato le forze dell’ordine che ora stanno indagando sull’accaduto: “Siamo molto amareggiati di quanto successo – spiega il sindaco Giovanni Zanon – sono gesti da condannare e agli autori di queste scritte dico che chi di dovere sta già visionando le telecamere di sorveglianza presenti nella zona”.

“Sempre più spesso ci troviamo a lottare contro atti di vandalismo e di grande maleducazione – prosegue il primo cittadino -, dispiace a me e a tutta l’amministrazione di quanto accaduto”.

L’appello di Zanon è rivolto a chiunque possa aver visto qualcosa di utile per identificare gli autori del gesto. Segnalazioni da fare alle Forze dell’ordine.

“Dispiace molto per quello che è successo soprattutto perché siamo un’associazione di volontariato che cerca di fare del bene per la nostra comunità – ha affermato Alessandro Cattelan, presidente della locale Pro Loco -. Usciamo da un periodo difficile dove non abbiamo avuto entrate a causa del Covid. Ora i pochi fondi che abbiamo siamo costretti ad utilizzarli per pulire questi tendoni“.

Quella che pare essere la scritta “Accoltellami” seguita da una faccina sorridente, “Nicto e Shot”e “Suca Bliat” sono le scritte che i residenti hanno trovato in mattinata e tra di loro c’è anche chi si interroga sul significato di queste parole.

“Traduzione” chiede un utente Facebook sotto il post comparso nel gruppo della frazione, mentre altri cittadini esprimono rammarico per quanto accaduto e per la “poca educazione” degli autori.


(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati