Bestiario: lo spettacolare ritorno dell’Aquila di mare

La scena l’abbiamo vista in molti documentari naturalistici dove la protagonista è la regina dei cieli, l’Aquila di mare (Haliaeetus albicilla).

Giovedì scorso, alcuni fortunati l’hanno potuta osservare dal vivo: alla stazione biologica Isola della Cona, Riserva naturale foce dell’Isonzo (Friuli Venezia Giulia), gli ornitologi hanno documentato un incontro celeste tra un’aquila di mare e un’oca selvatica.

Con un’apertura alare di due metri (fino a 2,4) e un peso di poco meno di 5 kg, l’Aquila di mare ha tentato di predare un’oca selvatica (3,3 di peso e un’apertura alare di poco meno di un metro). Tentativo fallito: l’Aquila di mare non ce l’ha fatta e l’oca si è salvata. Uno spettacolo in diretta.

Mentre riguardo gli straordinari scatti che immortalano la sequenza della mancata predazione, la mente non può non andare al progetto “Aquila di mare” di Fabio Perco, idea nata con l’obiettivo di conservare attraverso la reintroduzione le grandi specie di rapaci, fondamentali per l’equilibrio degli ecosistemi in cui vivono. La fonte di ispirazione per questo progetto era stata la ricolonizzazione spontanea che sta avvenendo in aree vicine come Austria, Slovenia e Croazia, dove l’Aquila di mare, un tempo molto diffusa nelle zone costiere dell’Alto Adriatico, sta tornando a prosperare.

L’Aquila di mare svolge un ruolo ecologico importante nell’ecosistema, come i suoi simili in altre parti del mondo. Questi rapaci sono superpredatori, stanno nel podio della catena alimentare e svolgono un ruolo fondamentale nella regolazione delle popolazioni di altre specie di uccelli. In questo modo, aiutano a preservare la biodiversità e a mantenere l’equilibrio naturale dell’ambiente; pensiamo per esempio ad una specie come il Cormorano, il cui impatto sulle popolazioni ittiche è oggetto di forti conflitti.

Fabio Perco ci ha lasciati, ma il ritorno dell’Aquila di mare è un omaggio naturale al suo genio prestato alla conservazione della natura.

(Foto: Wikipedia).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati