D.B. Group lancia la navetta merci Cina – Verona: due treni al mese in esclusiva per i clienti e arrivo al Quadrante Europa

Creatività, capacità organizzative e massima attenzione al cliente fanno correre più veloci le merci che D.B. Group trasporta dalla Cina all’Europa. E’ arrivato oggi a Melzo il treno-blocco di 39 vagoni partito dalla città cinese di Xian e allestito in esclusiva dalla società di logistica di Montebelluna. Tutti i container sono dotati di tecnologia per la localizzazione con possibilità di monitoraggio anche da parte del cliente. Il contenuto è costituito prevalentemente da capi di abbigliamento, calzature e materiale elettronico.

Elemento cruciale in logistica è il tempo di transito. Questo convoglio lanciato tra pianure e montagne, steppe e metropoli è arrivato in soli 22 giorni. Entrato in Europa alla frontiera polacca, ha poi attraversato Germania e Austria. A Melzo sono stati staccati i container dei clienti lombardi. Dopo una tappa all’interporto di Padova, i vagoni concluderanno il viaggio al Quadrante Europa di Verona.

Il ‘DB Group Block Train’ è di fatto la navetta italiana delle merci tra la Cina e il Nord Italia, un servizio “door to door” senza interruzione di continuità pur attraversando una decina di Paesi. “Da quando le merci sono caricate alla stazione di partenza e fino a quando vengono consegnate al domicilio del cliente, esse sono in esclusiva gestite dalla nostra società e sul nostro treno idealmente già in territorio italiano”, spiega Silvia Moretto, CEO di D.B. Group.

“E’ un percorso attraverso realtà geografiche, politiche e doganali specifiche, per non dire dei diversi scartamenti delle rotaie – prosegue -. Al progetto ‘DB Group Block Train’ stiamo lavorando da tempo e siamo soddisfatti dei primi risultati, grazie ai team procurement, operativi e vendite che hanno coordinato arrivi e partenze con un importante lavoro di squadra. Questo convoglio ci conferma la sostenibilità del progetto che assicura la flessibilità di poter mutare rotta rispetto a quella decisa alla partenza, visibilità delle movimentazioni con il controllo satellitare e una buona suddivisione del rischio. E’ la reale alternativa anche dal punto di vista ambientale: il traino è di una motrice elettrica cinese, con un quarto di emissioni CO2 rispetto al via aerea. I risultati consolidano il progetto che prevede, oltre a nostri container nei convogli misti con partenze settimanali, due ‘nostri’ treni al mese e l’arrivo all’interno del Quadrante Europa”.

Nelle ultime settimane D.B. Group ha fatto entrare nel Quadrante Europa 150 container. All’interno del grande interporto, al civico 26-28 di via Sommacampagna, traslocherà a breve la filiale D.B. Group di Verona, aperta nel 2019 e che in soli tre anni è arrivata a impiegare una dozzina di persone passando da 1,5 milioni di euro a una proiezione per il 2022 di 15 milioni di fatturato. Questa filiale gestisce tutti i servizi di inoltro delle merci via mare, aereo e treno e tutte le pratiche doganali. Il Quadrante veronese, secondo in Europa per dimensione, non solo conta 11 scali ferroviari e 200 mila metri quadri di magazzino, ma è area doganale in tutta la sua superficie: una struttura che facilita la lavorazione e la distribuzione dei prodotti importati verso ogni punto dell’Europa con sdoganamenti progressivi.

(Fonte e foto: D.B. Group).
#Qdpnews.it

Total
32
Shares
Articoli correlati