Conegliano, aperto il Festival rinascimentale dell’associazione Dama Castellana: allestita una mostra di abiti d’epoca in Sala dei Battuti

Nonostante sia dal 2019 che non va in corso la rievocazione storica che ha reso nota l’associazione Dama Castellana a Conegliano, e non solo, le attività del gruppo proseguono, stavolta con il primo Festival rinascimentale apertosi con il weekend del 27 e 28 novembre, con l’esposizione degli abiti più importanti che costituiscono il patrimonio dell’associazione stessa.

L’esposizione degli abiti proseguirà con il weekend del 4, 5 e 11, 12 dicembre nella Sala dei Battuti dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17, a ingresso libero e su esibizione del Green pass (secondo l’attuale normativa). Tutto avverrà durante i lavori di restauro della Sala, previsti per la prima parte dell’inverno (qui l’articolo).

“La Storia si veste” è il nome che prende l’iniziativa, che si chiuderà sabato 11 dicembre alle 20.30 nella chiesa dei Santi Martino e Rosa di Conegliano, con il concerto “Ecce Novum Gaudium”, un appuntamento che prevede una serie di canti antichi riproposti dall’Ensemble la Rossignol (sempre a ingresso gratuito e su esibizione del Green pass).

“Sono felice di poter presentare alla cittadinanza questa nuova iniziativa dell’associazione Dama Castellana – ha affermato la presidente Lara Caballini di SassoferratoI nostri volontari, in questi lunghi mesi di pausa forzata dovuti all’emergenza sanitaria, sono sempre rimasti profondamente legati all’associazione e non vedevano l’ora di poter tornare a parlare di storia e di eleganza“. 

“Per fortuna, l’attività associativa è continuata: a luglio con il concorso enologico EnoConegliano, a settembre con l’evento Veneto Wine Stars e in maniera pressoché continuativa, quando possibile, con i costanti allenamenti del nostro Gruppo Tamburi e Sbandieratori – ha proseguito – Nonostante queste attività, ogni volta che entravamo in sartoria e vedevamo quegli abiti storici inutilizzati, pur volendo sempre guardare con fiducia al futuro, un po’ di magone ci assaliva. Per questo progetto voglio ringraziare il nostro direttivo, tutti i volontari, il nostro regista Alessandro Martello, e con tutta l’associazione Dama Castellana invito la cittadinanza a prendere parte ai nostri eventi”. 

“Un grande ringraziamento va al Rotary Club di Conegliano, che sta curando il prezioso restauro della Sala dei Battuti – ha concluso – e in particolare al presidente Francesco Chiesura e ai soci e direttori dei lavori Livio Petriccione e Gianni Breda, ai volontari della Sala dei Battuti e alla parrocchia dei Santi Martino e Rosa. Un grazie di cuore per aver fatto squadra con noi, collaborando insieme per la nostra città”.

Il Festival rinascimentale è organizzato con il contributo del Ministero della Cultura e il sostegno della città di Conegliano.

(Foto: Facebook – Associazione Dama Castellana).
#Qdpnews.it

Total
9
Shares
Articoli correlati