Crocetta vince il primo premio al Festival dell’economia civile di Firenze: “Importante salvaguardare le Grave di Ciano”

Crocetta del Montello è stata premiata al primo posto come Comune ambasciatore dell’Economia Civile per l’impegno in difesa delle Grave di Ciano. Nel corso del Festival Nazionale dell’Economia Civile, svoltosi a Firenze dal 16 al 18 settembre, il piccolo Comune incastonato tra il Piave e il Montello si è imposto contro le sfidanti Padova, Aosta, Trevignano Romano (Roma) e Monzuno (Bologna).

Sul palco, a ritirare il premio, l’emozionatissima sindaca Marianella Tormena, supportata da tutta la giunta: un’occasione per far conoscere l’attuale situazione delle Grave, il progetto regionale riguardante la costruzione delle casse di espansione e il supporto che Crocetta ha trovato negli altri Comuni rivieraschi e nei comitati e associazioni.

“La salvaguardia delle nostre Grave è un obiettivo non ancora raggiunto e probabilmente andrà sempre perseguito, ma questo importante riconoscimento testimonia che non siamo soli e siamo sulla giusta strada – spiega Tormena – è un’emozione unica. È stato capito e riconosciuto il nostro approccio costruttivo verso il problema delle casse fatto di condivisione con tutti i soggetti del territorio. È uno sprone ad andare avanti verso un approccio di rinaturalizzazione del fiume”.

L’intera giunta era presente in sala a Palazzo Vecchio e la soddisfazione è palpabile: “Questo riconoscimento – racconta il vicesindaco Giancarlo Fritz – premia l’impostazione non conflittuale ma di ricerca propositiva che la nostra Amministrazione ha attivato verso gli interventi sul Piave. Viene confermata la necessità che si applichino azioni non distruttive ma efficaci per la salvaguardia di tutte le popolazioni rivierasche”.

Anche il presidente del Comitato per la tutela delle Grave di Ciano, Franco Nicoletti, non nasconde la propria gioia: ”Quando la Pubblica Amministrazione e la società civile riescono a fare fronte comune per la salvaguardia del loro territorio prima o poi i risultati arrivano. Questo ci riempie di soddisfazione e ringrazio in particolar modo le numerose amministrazioni comunali che hanno appoggiato questo percorso, sottoscrivendo il ricorso al Tribunale delle Acque e/o una delibera di Consiglio comunale manifestando pubblicamente, aldilà del colore politico, la loro contrarietà alla realizzazione del progetto regionale”.

(Foto: Comune di Crocetta del Montello).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…