Vigili del fuoco e Protezione civile: una donazione fra volontari che si danno sempre una mano

“Un gruppo di volontari che sostiene un altro gruppo di volontari – ha commentato il sindaco di Gaiarine Diego Zanchetta – è un gesto molto bello. Quando ci sono delle emergenze intervengono sempre insieme, si danno una mano gli uni verso gli altri. La nostra speranza è che i giovani colpiti dal bene che i volontari compiono a favore della nostra gente si avvicinino a queste associazioni e ne entrino a far parte”.

L’Associazione Vigili del fuoco volontari di Gaiarine e Banca della Marca di Francenigo hanno donato 550 euro ai volontari della Protezione civile. La cerimonia ufficiale della consegna della cifra è avvenuta sabato 25 novembre in via Busco nella zona industriale, sede della Protezione civile e dell’Associazione Vigili del fuoco volontari di Gaiarine.

Erano presenti tra gli altri i volontari dei due gruppi, il presidente Andrea Biral dell’Associazione Vigili del fuoco volontari, il referente della Protezione civile Marcello Pagliai, il primo cittadino con vari assessori e consiglieri, Fabrizio Cisera responsabile del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Gaiarine e in rappresentanza del Comando dei Vigili del fuoco di Treviso.

Nei vari interventi è stato evidenziato che il gesto è nato come segno di riconoscenza verso i volontari della Protezione civile di Gaiarine, perché per diversi giorni, dopo la bomba d’acqua della notte dello scorso 24 luglio che ha colpito anche Gaiarine e ha fatto tanti danni alle abitazioni, alle strutture e alle coltivazioni, hanno provveduto a fornire un pasto caldo ai Vigili del fuoco di Treviso intervenuti sul posto, oltre che preoccuparsi fra l’altro di confezionare i 6 mila sacchi di sabbia che servivano a tenere fermi i teli messi sui tetti per impedire che l’acqua entrasse dalle tegole rotte. Coadiuvati a loro volta da altri cittadini di Gaiarine.

“Sono stati somministrati centinaia di pasti caldi per almeno una decina di giorni – ha ricordato il sindaco -, anche grazie alla cuoca dell’asilo, che insieme ad altre volontarie si è resa disponibile a questo servizio. Buona parte di quello che veniva cucinato e distribuito era stato offerto da altri nostri concittadini”.

“I 550 euro ricevuti in dono – hanno spiegato Pagliai e Zanchetta – verranno utilizzati per acquistare una nuova attrezzatura, un carrello elevatore, per potenziare le capacità di intervento dei volontari di protezione civile”.

“Anche questa scelta è indice del senso di solidarietà e di collaborazione sinergica fra gruppi di volontariato, sempre per dare una mano a chi sta vivendo un momento di difficoltà e di sofferenza” ha evidenziato il primo cittadino.

A Gaiarine il gruppo dei volontari della Protezione civile è composto da quindici persone. Altrettanti sono i componenti dell’Associazione Vigili del fuoco volontari, sodalizio costituito a Gaiarine il 30 novembre 2016. “Poi c’è il Distaccamento dei Vigili del fuoco volontari di Gaiarine – ha sottolineato Zanchetta -, che è in convenzione con i Comuni di Portobuffolè, Orsago, Godega di Sant’Urbano, Fontanelle e Cordignano, che dipende dal Comando dei Vigili del fuoco di Treviso”.

(Foto: per gentile concessione di Marcello Pagliai).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…