Alle 17 in tutta Italia un minuto di silenzio in memoria di Mattia Battistetti, il montebellunese morto giovedì in un cantiere edile

È lutto cittadino per la morte del giovane operaio Mattia Battistetti, 23 di Montebelluna, morto mentre era al lavoro in un cantiere della sua città, travolto da un carico che lo ha travolto a causa del cedimento del cavo di una gru (vedi articolo).

Il Comune di Montebelluna ha chiesto ai cittadini che ieri, venerdì 30 aprile, venga osservato, per chi lo desidera, un minuto di silenzio simbolico alle 17, un’iniziativa partita dai colleghi di Mattia che ha coinvolto tutta Italia.

Giovedì il sindaco Elzo Severin, giunto sul posto, con la voce rotta dalla commozione, aveva espresso il cordoglio alla famiglia di Mattia, suo assistito quando era medico della mutua, che conosceva da anni.

Moltissimi i messaggi di condoglianze giunti alla famiglia Battistetti, al papà Giuseppe, alla mamma Monica e alla sorella Anna, persone molto conosciute e stimate in città.

Si attende ora che venga effettuata l’autopsia e la salma sia consegnata alla famiglia che ne disporrà le esequie funebri. Si attende anche che la magistratura, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, faccia luce sulla tragedia.

(Foto Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Articoli correlati