Il dottor Salvatore Cauchi entra a far parte del consiglio comunale di Pieve di Soligo: “Sono onorato, spero di essere utile a questa comunità”

Il dottor Salvatore Cauchi, primo dei non eletti nelle ultime elezioni amministrative a Pieve di Soligo, ha iniziato ieri sera la sua nuova esperienza in consiglio comunale dopo le dimissioni del consigliere regionale Alberto Villanova (qui l’articolo).

Il sindaco Stefano Soldan ha ringraziato il consigliere regionale Villanova per il lavoro fatto in questi anni per la comunità di Pieve di Soligo, sottolineando che, pur nella diversità di opinioni, il rapporto è sempre stato caratterizzato da rispetto reciproco e collaborazione nell’interesse dei pievigini.

In seguito, è stato formalizzato l’ingresso del dottor Cauchi in consiglio comunale, dove siederà tra le fila dell’opposizione insieme ai consiglieri comunali Silvia Mazzocco, Valentina Dorigo e Andrea Ros.

“Con il dottor Cauchi in questi anni c’è stata condivisione di idee ma anche dei momenti di confronto e scontro – ha affermato il primo cittadino -. Sono convinto che questa seconda parte del mandato sia per lui un’occasione per ritornare a far parte della comunità politica attiva della nostra città. Per cui do il benvenuto al nuovo eletto che ha tutti i requisiti per far parte del consiglio comunale di Pieve di Soligo”.

“Grazie al sindaco e a tutti i consiglieri comunali – ha affermato il dottor Cauchi – Sono onorato, nonché piacevolmente sorpreso, per questo nuovo incarico. Spero di dare una mano in consiglio e anche all’intera comunità di Pieve di Soligo. Sono anni che frequento la comunità politico-amministrativa del Comune: penso di aver sempre fatto del bene alla comunità e spero di continuare a farlo”.

“Il mio impegno da consigliere comunale sarà su più fronti – conclude – Oltre all’aspetto sanitario, che conosco bene per questioni professionali, cercherò di lavorare a 360 gradi. Ritengo che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) sia una scommessa importantissima: nei prossimi anni, infatti, le progettualità nei nostri Comuni andranno avanti anche grazie a questi fondi. Non possiamo perdere questa opportunità e dovremo utilizzare tutte le risorse intellettuali e pratiche del territorio per acquisire queste risorse”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati