Juniores: il San Vendemiano Cycling Team sospende l’attività agonistica dopo 9 anni. Mazzer: “Ci fermiamo per rilanciare con più forza la nostra attività

L’avventura agonistica tra gli Juniores del San Vendemiano Cycling Team è giunta al proprio capolinea: a far calare il sipario su nove intensi anni di attività di primissimo livello nella categoria giovanile più affascinante è stata la serata di gala allestita dallo staff e dalla dirigenza nero-verde all’interno della cornice del Ristorante Ca’ del Poggio.

Una decisione, quella assunta dal direttivo presieduto dall’appassionatissimo Gino Mazzer, “Difficile e dolorosa per chi fa del ciclismo la propria passione e la propria missione” come l’ha definita il numero uno del sodalizio trevigiano che ha precisato.

“Eravamo partiti nel 2013 con l’obiettivo di resistere tre anni, questa avventura si è protratta per ben nove stagioni e ci ha regalato delle grandissime emozioni e delle soddisfazioni uniche. – prosegue – Ora è arrivato il momento di sospendere l’attività degli juniores per ricaricare le batterie e per rilanciare con ancora più forza in futuro”.

E’ una decisione legata alle difficoltà create dalla pandemia, dall’aumento dei costi ormai necessari per sostenere questa categoria e dall’atteggiamento di qualche società che ha come obiettivo l’accaparramento dei migliori corridori. – precisa Mazzer – Il San Vendemiano Cycling Team resta in vita, prosegue la propria attività organizzativa con ben quattro gare in calendario nel 2022 tra cui l’11° Giro di Primavera per Juniores che sarà inserito nel calendario internazionale”.

“La nostra società gode di ottima salute e si prepara per un ritorno ancor più prestigioso. In questa occasione mi corre l’obbligo di ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e continuano a farlo e il team di direttori sportivi che hanno lavorato con passione e dedizione, condividendo con noi le gioie e anche i momenti difficili” conclude.

Parole chiare quelle tracciate da Gino Mazzer, che aprono scenari nuovi e stimolanti per il sodalizio nero-verde e che sono state applaudite dalla platea impreziosita dalla presenza del Presidente del Comitato Regionale Veneto della FCI, Sandro Checchin e del Presidente del Comitato Provinciale di Treviso, Giorgio Dal Bo.

A testimoniare ancora una volta la propria vicinanza al San Vendemiano Cycling Team è stato anche il primo cittadino di San Vendemiano, Guido Dussin: “Il nostro è un Comune che fa dello sport il proprio punto di forza e questa realtà, nata come una costola dello storico Velo Club San Vendemiano, in questi anni si è distinta per la dinamicità e per la passione che ha messo nel proporre iniziative nuove e sempre interessanti. Con Gino Mazzer e con gli altri dirigenti abbiamo instaurato un rapporto di reciprocità e di grande collaborazione che proseguirà anche in futuro. Sono felice della decisione di promuovere al rango di internazionale anche l’appuntamento riservato agli juniores che consentirà a tutto il nostro territorio di godere di un’altra importante occasione di promozione”.

Al fianco del sindaco Guido Dussin ad applaudire all’attività promossa e portata avanti in questi anni dal San Vendemiano Cycling Team anche la Consigliere Regionale del Veneto Sonia Brescancin, il Presidente del Velo Club San Vendemiano, Fabrizio Furlan e tutti i rappresentanti delle aziende che sostengono il team nero-verde.

Tra i più applauditi della serata i tecnici che hanno portato in alto la formazione di San Vendemiano a partire da Roberto Sant, Mario Sonego, Mario Marcon sino agli ex professionisti Simone Andreetta e Andrea Dal Col.


(Foto: Bolgan).
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati