Denunciati dai Carabinieri un 18enne trevigiano con un coltello di 15 centimetri in auto e un padovano senza patente da 12 anni

Continuano i controlli su strada delle pattuglie del comando provinciale dei Carabinieri di Treviso per il controllo del territorio. In queste operazioni, nei giorni scorsi, due persone sono state deferite in stato di libertà all’Autorità giudiziaria.

Nel primo caso, nella serata di domenica 21 novembre, gli uomini dell’Arma hanno sottoposto a controllo un trevigiano di 18 anni mentre era a bordo della vettura sul quale viaggiava assieme ad altri tre giovani nel territorio comunale di Villorba. I Carabinieri lo hanno trovato in possesso di un coltello di 15 centimetri di lunghezza, dei quali 6 di lama. E’ così scattata la denuncia per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Nella stessa serata, ma a Vittorio Veneto, una gazzella della locale Radiomobile ha controllato un 46enne della provincia di Padova che alla guida di un’automobile ha dichiarato una falsa generalità.

Una risposta che potrebbe essere legata al fatto che, come scoperto dai militari, la patente di guida gli era stata revocata nel 2009: l’uomo è stato deferito in stato di libertà per false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale.

I Carabinieri della stazione di Castelfranco Veneto hanno invece denunciato alle Autorità competenti un 21enne di origini marocchine dimorante nella zona e già noto alle Forze dell’Ordine, per i reati di furto aggravato e indebito utilizzo di carta di credito.

I militari dell’Arma, all’esito di indagini, hanno accertato che l’indagato, il 19 luglio scorso, aveva rubato da un furgone parcheggiato in via Borgo Monte Grappa di quel centro, di proprietà di un operaio 33enne, la carta di credito della vittima con la quale aveva poi fatto acquisti per 110 euro, in parte online e in parte in un negozio della zona.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
10
Shares
Articoli correlati