Domenica nera sulle Dolomiti: un morto e un ferito grave

L’elicottero “Falco” del Suem (foto di repertorio)

Un morto e un ferito grave, ma anche le “classiche” scivolate in montagna e gli incidenti stradali. Domenica di grande lavoro per i sanitari dell’Ulss 1 Dolomiti.

Non ce l’ha fatta il 66enne che oggi pomeriggio, attorno alle 17 è stato colto da malore mentre si trovava a Rocca Pietore. Le sue condizioni, apparse fin da subito gravissime, hanno richiesto l’intervento dell’elicottero Falco. A nulla è servito lo sforzo dei sanitari, l’uomo, originario del Bellunese è deceduto di lì a poco.

Si trovava, invece, lungo il sentiero 380 del Vajont (che dalla diga conduce a Pre de Tegn) il 74enne trevigiano che in seguito ad una caduta, mentre partecipava ad una camminata non competitiva, ha riportato un grave politrauma rendendo necessario l’intervento immediato dell’elicottero del Suem 118. Una volta stabilizzato l’uomo è stato elitrasportato in serie condizioni all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

Verso le 13.30 l’elicottero “Pelikan” di Bressanone è decollato alla volta del Monte Borgà per soccorrere un 70enne scivolato durante un’escursione lungo il tracciato del Col Sparvier. L’uomo, originario di Erto Casso, ha riportato un trauma cranico ed è stato elitrasportato d’urgenza all’ospedale di Belluno.

Attorno alle 9.30 un incidente, che ha coinvolto tre persone, due uomini e una donna tutti residenti nel Feltrino, ha causato il blocco della Galleria di Arsiè. I tre feriti, tutti in condizioni non gravi sono stati trasportati all’ospedale di Feltre.

La Galleria Arsiè lungo la strada statale 50 Bis/Var del Grappa e del Passo Rolle è rimasta chiusa in entrambe le direzioni in corrispondenza del km 6.4. Il personale Anas è intervenuto per la gestione momentanea della viabilità. Terminate le operazioni di soccorso, circa un’ora dopo l’incidente, il tunnel è stato riaperto e il traffico è tornato a scorrere regolarmente.

(Foto: Archivio Qdpnews.it)
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati