Vittorio, Fasan assessore dal pollice verde: “Piantumato 10 volte il numero delle piante tagliate per ammaloramento”

Ancora tutto fermo per quanto riguarda i ristori ai residenti di Fadalto costretti ad utilizzare l’autostrada nel periodo in cui la statale 51 è rimasta chiusa per frana, annunciati dall’amministrazione, anche sul sito del Comune.

L’assessore ai lavori pubblici Bruno Fasan, nel corso del consiglio comunale di venerdì, ha affermato di essere ancora in attesa della risposta dell’Anas e che la questione non è chiusa. Per il capogruppo Pd, Marco Dus, che aveva presentato l’interrogazione del caso, insoddisfatto della risposta, il “desiderata” sarebbe stata una boutade giornalistica e che alla fine non ci saranno ristori.

Sulla gestione e sviluppo del verde urbano, presentata da Rinascita civica dopo l’abbattimento di alcuni alberi lungo il Meschio e in via Rizzera, alla richiesta di capire se dipende da pianificazione o meno, e quante essenze arboree siano state piantumate, l’assessore ha giustificato gli abbattimenti imputandoli all’ammaloramento degli alberi e la loro pericolosità in caso di eventi calamitosi. Una questione di sicurezza a cui è stato risposto comunque con centinaia di piantumazioni in sostituzione.

Con oltre 100 mila euro di investimento nel 2020, l’assessore Fasan ha dichiarato che sono stati piantumati 250 alberi nuovi. Di questi, 75 sostituiranno i pini di via Rizzera che hanno scatenato il dibattito in città.

“In realtà – ha affermato Fasan – abbiamo piantumato 10 volte il numero di piante tagliate e per questo io sono il vero assessore da pollice verde“, annunciando di voler individuare, e invitando per questo anche il consigliere di Rinascita Civica-Partecipare Vittorio Alessandro De Bastiani, un’area di piccola forestazione sulle pendici del Visentin per attribuire alle piantine che crescono naturalmente il nome di ogni nuovo nato”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Articoli correlati