Cittadinanza onoraria al Comando Interregionale Carabinieri. Bernardini: “Ci inchiniamo al Gonfalone della città”

Alla presenza del Prefetto Maria Rosaria Laganà e del Comandante Interregionale dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Enzo Bernardini, con tutti i comandanti territoriali dei reparti dell’Arma di Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, questa mattina il sindaco Antonio Miatto e il presidente del consiglio comunale Paolo Santantonio, hanno conferito al Comando Interregionale “Vittorio Veneto” dei Carabinieri la cittadinanza onoraria, già fissata dal consiglio comunale all’unanimità nell’ottobre 2020.

Per le note limitazioni dovute all’emergenza epidemiologia, la cerimonia di conferimento si è potuta svolgere solo questa mattina nella sala di rappresentanza del Municipio di piazza Medaglie d’Oro.

“Siamo onorati nel compiere questo passo – ha detto il sindaco  un passo naturale per la vicenda lunga articolata e condivisa che è la convivenza della nostra città con i Carabinieri e con il Comando che porta il nome della nostra città. Un passaggio naturale e dovuto, con grande soddisfazione nostra e della comunità”.

Il Generale Bernardini ha ringraziato la Città, e il Prefetto per la presenza che sancisce il legame tra chi ha la responsabilità della pubblica sicurezza e chi ne fa parte: “Per una iniziativa che ci commuove e ci dà sprone per il futuro – ha detto -, sotto un gonfalone di cui portiamo il nome e sotto il quale ci dobbiamo inchinare poichè porta due onorificenze di particolare valore per quello che la Città ha sofferto e saputo resistere. Il Comando interregionale nordest è nato da 30 anni, e oggi ricevere la cittadinanza onoraria significa per noi fondersi ancora di più con questo splendido comune”.

È un onore per noi, e ringrazio i miei carabinieri del comando di Vittorio Veneto che hanno saputo intessere negli anni relazioni di umanità e vicinanza nel rispetto delle leggi. Se ora riceviamo questo attestato è anche per l’impegno e la dedizione che hanno saputo guadagnarsi con le notti di pattuglia e interventi d’emergenza, ma anche un semplice sguardo o un sorriso con la gente”.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
Qdpnews.it

Articoli correlati