Cerchi, ricambi e pellicce: truffe online per un valore di oltre 3500 euro 

Cerchi, ricambi e pellicce: truffe online per un valore di oltre 3500 euro 

Continuano le truffe online nella Marca, questo genere di reati sono in costante aumento e sono molto attenzionati dai Carabinieri del Comando provinciale di Treviso che molto spesso riescono a risalire e a denunciare agli autori delle truffe. 

I Carabinieri della compagnia di Montebelluna hanno denunciato un ventiquattrenne ecuadoregno residente a Treviso, già noto alle forze dell’ordine e un sessantunenne romeno di cui non è ancora nota la dimora.

I due avrebbero messo in vendita su un sito d’annunci quattro cerchi per l’auto per un valore complessivo di 2566 euro. Ad essere truffato un quarantenne residente nel montebellunese che dopo aver fatto diversi bonifici in differenti conti correnti postali non si è più visto recapitare la merce. I venditori si sono resi irreperibili. 

Stessa sorte per un ventenne residente nel comune di Fonte che sempre in un sito di annunci online ha acquistato ricambi d’auto per un importo totale di 234 euro. Una volta versata la somma su una carta prepagata il venditore si è reso irreperibile e non ha, ovviamente, spedito la merce venduta. Le indagini da parte dei Carabinieri di Asolo hanno portato alla denuncia un cinquantacinquenne di Latina. 

Sempre i Carabinieri di Asolo hanno denunciato un quarantasettenne romano già noto alle Forze dell’Ordine per una truffa online compiuta ai danni di una cinquantatreenne residente ad Asolo. La donna ha acquistato online una giacca per un valore di 856 euro. Una volta ricaricata la carta dell’uomo si è verificata la solita situazione: venditore sparito così come la merce.  

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati