Montebelluna, omaggio della città col gonfalone a lutto per Secondo “Dino” Campanelli. Fu l’ultimo sindaco democristiano per appena 45 giorni nel 1993

Sarà presente anche il sindaco Adalberto Bordin con il gonfalone della Città listato a lutto al funerale del dottor Secondo Campanelli, che si svolgerà in Duomo alle 15.

“L’amministrazione comunale di Montebelluna – si legge in una nota – esprime profondo cordoglio alla famiglia per la scomparsa del dottor Secondo Campanelli che ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale (eletto nel 1990), assessore (fra il 1990 e il 1993) e, per 45 giorni, di sindaco dopo le dimissioni di Leopoldo Bressan”.

Campanelli, che avrebbe compiuto 81 anni il prossimo 9 febbraio, era stato eletto in consiglio comunale nelle fila della Democrazia Cristiana il 6 maggio 1990, ricoprendo poi il ruolo di assessore dall’11 luglio successivo.

Dopo le dimissioni prima di Dino De Longhi nel febbraio 1992 e poi di Leopoldo Brassan, il suo breve mandato da primo cittadino iniziò il 20 maggio 1993 e si concluse il 14 luglio dello stesso anno, quando, in seguito alle dimissioni della maggioranza dei consiglieri, arrivò il commissario prefettizio Vittorio Labrocca.

Di origini marchigiane, il dottore Campanelli, per tutti “Dino”, ha esercitato l’attività di veterinario restando a stretto contatto con i contadini della zona, le loro stalle e i loro animali. Lascia la moglie Enza e i figli Eva e Massimiliano, che lo hanno assistito in casa nell’ultimo periodo della malattia.

(Foto: web).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati