“Montebelluna ti ascoltiamo”, il Pd lancia una campagna per coinvolgere la cittadinanza nella gestione delle risorse dell’avanzo di amministrazione

Il gruppo consigliare d’opposizione del Pd-Il Futuro è Adesso ha presentato questa mattina, venerdì 30 aprile, nella sede di piazza Vienna, la campagna “Montebelluna ti ascoltiamo”. L’iniziativa consiste in un questionario online dove i consiglieri comunali invitano i cittadini a esprimersi su come spenderebbero l’avanzo di ammnistrazione.

“Si tratta dell’avanzo libero – spiega il capogruppo Davide Quaggiotto – che ammonta a circa un milione e 800mila euro e che potrà essere destinato soltanto dal prossimo Consiglio comunale. Un avanzo notevole che noi abbiamo contestato, in quanto a nostro avviso è conseguenza di una cattiva programmazione. Questi soldi la giunta decide di spenderlo dialogando all’interno degli uffici comunali, invece noi vogliamo coinvolgere la cittadinanza, chiedere ai cittadini di cosa hanno bisogno, quali siano le loro necessità primarie. Nel questionario sono anche indicate le aree all’interno delle quali le normative vigenti ne consentono l’utilizzo”.

Un questionario simile fu proposto già nel 2018, sempre da parte del Pd, ne emerse un dato che poneva al primo posto (22,3% dei questionari compilati) la manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi, a seguire la creazione di piste ciclopedonali (21,2%), la manutenzione delle scuole (16,2%), investimenti nei quartieri (13,4%), manutenzione di parchi e aree verdi (11,2%) e, a seguire, nuove opere pubbliche, manutenzione impianti sportivi e impianti di illuminazione pubblica.

“Le nuove tecnologie – prosegue Quaggiotto – consentono un rapido e agevole coinvolgimento dei cittadini. Noi inteneremo utilizzarle anche se e quando andremo a governare la città. Il confronto con i cittadini e nei quartieri è stato lo stile che ci ha caratterizzato in questi anni”.

“Per mantenere le promesse elettorali fatte dall’attuale amministrazione e non mantenute – sottolinea Silvio Tessari – non c’è più tempo. A San Gaetano rimane il problema dei parcheggi. Avevo proposto di abbattere il vecchio fabbricato del centro civico mi risposero che avrebbero atteso il progetto di riordino complessivo dell’area. Nel frattempo i problemi permangono e i negozi chiudono”.

“Dai cittadini – aggiunge Elisamaria Bressan – a più riprese sono arrivate segnalazioni di necessità, dalla manutenzione delle strade, dei sentieri, dello skate park e dell’esigenza di avere un’area sgambamento cani. Oggi esiste la possibilità, grazie alle tecnologie, di far dire la loro direttamente ai cittadini, perché non sfruttare questa grande opportunità?”.

“Montebelluna deve essere ascoltata – conclude Loreno Miotto -. Le programmazioni future dovranno passare attraverso le proposte che vengono dai cittadini e le realizzazioni, per non risultare poi incomplete, devono vedere la partecipazione attiva dei comitati civici”.

Il questionario sarà caricato entro il weekend sulle pagine social del gruppo consigliare e dei consiglieri, si può accedere attraverso il seguente link (qui il sito), e resterà online per un paio di settimane.

(Foto: comune di Montebelluna).
#Qdpnews.it

#Qdpnews.it

Articoli correlati