Revine, tutto pronto per la sacra rappresentazione vivente della Passione di Cristo. Bottega: “Tante nuove adesioni”

Conto alla rovescia per la sacra rappresentazione vivente della Passione di Cristo curata dal gruppo Sacre Rappresentazioni di Revine Lago. L’appuntamento è per domenica 10 e poi per venerdì 15 aprile.

La rievocazione torna dopo due anni di stop imposti dalla pandemia. Una ripartenza che ha riservato anche una bella sorpresa. “Siamo molto soddisfatti – racconta Boris Bottega, regista della rappresentazione -, perché dopo un’iniziale incertezza e i passi indietro fatti da alcuni figuranti, abbiamo registrato diverse e inattese nuove adesioni, soprattutto di giovani, che si sono messi in gioco come figuranti, dal popolo a ruoli con parti recitate“.

Un gran rinnovamento lo si registra tra coloro che personificheranno i dodici apostoli. “Praticamente dei 12 storici figuranti, ne sono rimasti solo tre, due sessantenne e un settantenne, mentre gli altri nove sono tutti nuovi e tutti ventenni. Il gruppo con questi nuovi ingressi ha notevolmente abbassato la sua età media” sottolinea Bottega.

La rievocazione della Passione di Cristo vede coinvolti un centinaio di persone, di cui una ventina nuove. L’età del gruppo va dai 14 anni agli over 80. “C’è voglia di fare e questo è davvero un bel segnale – testimonia il regista. – E poi c’è anche chi aveva parte minori e si è messo in gioco prendendo una parte recitata” aggiunge.

L’appuntamento, con ingresso libero, è domenica delle Palme alle 20.30 nel sagrato della chiesa di San Matteo Apostolo a Revine e poi venerdì santo, 15 aprile, sempre alle 20.30. In caso di maltempo la rappresentazione verrà riproposta la domenica di Pasqua.

(Foto: Gruppo Sacre Rappresentazioni).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…