Un asilo nido comunale: Revine Lago punta ai fondi Pnrr. Depositata la richiesta per realizzare l’opera, serviranno quasi 2 milioni

Se il bando andrà a buon fine, Revine Lago potrà dotarsi del suo primo asilo nido comunale. Lunedì 28 febbraio l’amministrazione comunale ha depositato la candidatura per un progetto da un milione e 960mila euro ed entro la fine dell’estate è atteso da Roma il verdetto.

L’avviso era rivolto a sostenere iniziative di potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione, dagli asili nido alle università, grazie ai fondi Pnrr stanziati dall’Unione Europea. Fondi che darebbero copertura al 100% all’intervento.

“Ci proviamo – dice il sindaco Massimo Magagnin – L’idea, partita dal vicesindaco Thomas Sandrin, è di dare un’offerta completa alle famiglie con figli, partendo già dal nido, servizio oggi non presente nel nostro territorio. Abbiamo già redatto uno studio di fattibilità dell’opera che sorgerebbe nell’area di via Celle dove già si trovano la scuola primaria e la palestra. Il vincolo del bando impone che per i primi cinque anni ci sia un nido. Il nostro intento è poi di allargare l’offerta anche ai bambini più grandi dell’asilo“.

“La volontà è di incrementare la dotazione scolastica all’interno del territorio comunale prevedendo l’insediamento di famiglie costituite principalmente da giovani coppie e di conseguenza l’incremento della popolazione in età scolare e prescolare” spiega all’unisono l’amministrazione comunale.

Se arriveranno i fondi, l’edificio che accoglierà il nido comunale dovrà essere pronto entro il 2025. 

Entro lunedì 7 marzo, infine, scadrà la possibilità per cittadini, portatori di interesse e imprese per consegnare la manifestazione di interesse per un altro bando Pnrr a cui il comune di Revine Lago ha deciso di partecipare e che è finalizzato alla rigenerazione sociale e culturale dei borghi di Santa Maria, Lago e Revine. 

“Con quei fondi – spiega il sindaco – il nostro centro polifunzionale di Revine potrebbe diventare uno smart-centre e uno spazio per il co-working gratuito per i cittadini, a Santa Maria vorremmo fare investimenti sul polo scolastico e sui laghi, mentre a Lago l’ex canonica, ora sede municipale, potrebbe tornare alle associazioni e magari farne un centro culturale”. Tutti i dettagli per le manifestazioni di interesse sul sito internet del comune di Revine Lago.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati
Leggi di più

Elezioni comunali, ecco le liste di Sinistra e Destra Piave

Sono state depositare le candidature a sindaci e consiglieri comunali in vista delle elezioni amministrative che vedranno le…