Da piccolo centro delle Prealpi trevigiane a finestra sul mondo: i primi 40 anni della Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia di Sarmede

Prosegue la Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia “Le immagini della Fantasia” inaugurata lo scorso 29 ottobre a Sarmede (leggi l’articolo) e in programma fino al 19 febbraio 2023. 

Per Uberto Di Remigio, presidente della Fondazione Štěpán Zavřel, la 40° edizione è l’occasione per fare un bilancio dei (primi) quattro decenni di una mostra in grado di richiamare artisti e visitatori da tutto il mondo, ma anche di allargare i propri orizzonti ben oltre il piccolo centro delle Prealpi trevigiane dove è nata.

“Sotto l’egida di Štěpán Zavřel “sono 52 le mostre che abbiamo organizzato all’estero fra Asia, America, Europa, tanto in grandi quanto in piccole città – spiega Di Remigio – Solo in Italia, al di là delle 40 mostre a Sarmede, ad oggi ne contiamo almeno 501. Oltre a queste va menzionata la nostra presenza agli illustradays di Atene,lo scorso settembre, e poi la prima mostra antologica dedicata a Štěpán Zavřel in programma a Český Krumlov, villaggio Unesco della Repubblica Ceca”.

In 40 anni Sarmede si è affermata come punto di riferimento vivo e attivo del mondo dell’illustrazione contemporanea. Un “posto sicuro” per l’arte, dove l’artista ceco fuggito da Praga mise radici alla fine degli anni Sessanta.

Ecco che da allora Sarmede si offre come una finestra sul mondo dell’arte, capace di rinnovarsi anno dopo anno, tenendo viva e alimentando con nuove risorse creative l’eredità di Zavřel.

Il segreto della longevità della mostra? “Sta in una selezione di artisti all’avanguardia capaci di esprimersi con un linguaggio universale”, commenta il presidente della Fondazione.

Proprio per celebrare la storicità della mostra, la quarantesima edizione si è arricchita di una sezione speciale dedicata ai “padri illustratori” di Sarmede, protagonisti dell’evento fin dalla sua prima edizione nel 1983.

Ecco che al piano terra il visitatore può curiosare fra le iconiche tavole di Jindra Čapek, Emanuele Luzzati, David McKee, ma anche di Květa Pacovská, Józef Wilkoń e naturalmente di Štěpán Zavřel, per citarne alcuni.

“Quest’anno proponiamo una mostra grandiosa sia in termini di numero che di qualità delle opere”, conclude Di Remigio. Sotto la direzione artistica di Gabriel Pacheco “Le immagini della Fantasia” presenta al pubblico 350 opere realizzate da oltre trenta illustratrici e illustratori provenienti da 15 paesi.

Il percorso espositivo si articola in tre sezioni: Panorama, Tema e Pedagogia. L’illustratrice polacca Joanna Concejo, è l’ospite d’onore della quarantesima edizione. 

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati