Valdobbiadene, presentato ufficialmente il Festival dell’Innovazione Scolastica. Venerdì la Web Conference con il ministro Bianchi

Questa mattina è stato presentato ufficialmente il Festival dell’Innovazione Scolastica che si terrà a Valdobbiadene il 4 e il 5 settembre 2021.

Il Festival dell’Innovazione Scolastica è frutto di una bella sinergia nata tra Scuola di Formazione Professionale Dieffe “Pietro Berton” e l’Isiss “Giuseppe Verdi” di Valdobbiadene insieme all’Associazione Amore per il Sapere – ApiS.

Una grande opportunità per il territorio dell’Alta Marca Trevigiana che darà voce al tema dell’innovazione scolastica dopo il difficile periodo vissuto dalle scuole italiane durante l’emergenza Covid.

La pandemia, infatti, ha riportato l’attenzione sul mondo della scuola e nell’emergenza sanitaria gli insegnanti hanno cercato di superare gli ostacoli del Coronavirus reinventandosi con proposte didattiche efficaci e attente ai bisogni, in continua evoluzione, dei ragazzi.

Dando voce a chi vive la scuola sul campo, si cercherà di creare un momento di incontro e di condivisione per innescare un circuito virtuoso di rinnovamento a livello nazionale, connettendo le buone pratiche di insegnamento cresciute dal basso, le esperienze positive e i progetti sperimentati con successo.

All’incontro di oggi sono intervenuti Alberto Raffaelli, dirigente della Scuola di Ristorazione Dieffe di Valdobbiadene, Giuliana Barazzuol, dirigente dell’Isiss “Giuseppe Verdi” di Valdobbiadene, Gabriele Laffranchi, vicepresidente dell’associazione “Amore per il sapere – ApiS”, Luigi Ballerini, medico psicanalista, giornalista pubblicista e scrittore di narrativa per ragazzi e Carmela Palumbo, direttrice generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto.

Il dottor Ballerini, sottolineando che l’apprendimento è sempre attivo e non passivo, ha spiegato che ora si è alla ricerca di “un’innovazione conveniente”, perché, dopo la difficile esperienza della didattica a distanza, la nuova sfida è quella di far diventare ordinario quello che durante la pandemia è stato straordinario.

Tutte le scuole italiane interessate a partecipare dovranno mandare la loro candidatura entro il 2 luglio 2021 (https://festivalinnovazionescolastica.it/) e una commissione, nominata dal Comitato Organizzatore, selezionerà i progetti che saranno esposti in occasione della sessione in presenza che si terrà il 4 e 5 settembre 2021 a Valdobbiadene.

Venerdì 7 maggio, alle ore 17, ci sarà una prima Web Conference aperta a tutti (https://us02web.zoom.us/j/84204299749?pwd=aWJ2Mzl1TWxPUm5PdkFmZUVSUDFjQT09), alla quale parteciperà il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi: saranno presentati alcuni esempi di innovazione scolastica dando spazio a domande e chiarimenti circa l’organizzazione del Festival e le modalità di iscrizione.

Il Festival, inoltre, aiuterà a promuovere Valdobbiadene e tutto il territorio delle colline Patrimonio dell’Umanità grazie a un progetto che vedrà coinvolti in prima persona gli studenti che faranno da “guide turistiche”, accompagnando i docenti e i dirigenti scolastici che parteciperanno all’iniziativa in alcuni siti scelti dai loro professori.

Il Festival dell’Innovazione Scolastica ha raccolto largo interesse da parte di istituzioni, enti e aziende private tra cui la Regione del Veneto, l’amministrazione comunale di Valdobbiadene, l’Associazione Unesco, l’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” e la Strada del Prosecco.

(Foto: web – Qdpnews).
#Qdpnews.it

Total
4
Shares
Articoli correlati