La famiglia Tandura tra le più decorate d’Italia: Emma e Maddalena informatrici durante la Grande Guerra, Dellavittoria staffetta partigiana

Tra le famiglie più decorate. Alessandro, Emma, Maddalena, Luigino e Dellavittoria Tandura, famiglia di Vittorio Veneto, si distinsero per le loro azioni militari e civili tanto da meritare delle medaglie.

Figure e gesta che Alessandro Valenti, figlio di Dellavittoria e nipote di Alessandro, ha voluto tenere in vita nella memoria dei vittoriesi e non solo, dedicando ai propri avi varie composizioni, dai libri alle opere teatrali. L’ultima “fatica” è dedicata allo zio Luigino “Nibbio”, con il libro “Come te papà” dato alle stampe nel centenario di nascita di Luigino al termine di una dozzina d’anni di ricerche.

Alessandro, capostipite della famiglia, fu il primo paracadutista al mondo in azione di guerra nel 1918, azione con cui si guadagnò una prima medaglia d’oro al valor militare.

Pure sua sorella Emma insieme a Maddalena Petterle, all’epoca fidanzata di Alessandro, si distinsero fornendo utili informazioni sulla dislocazione delle truppe austriache a Vittorio Veneto. “Furono insignite della medaglia d’argento al valor militare in un’epoca in cui la donna era nessuno” sottolinea Valenti.

I figli di Alessandro e Maddalena non furono da meno. Dellavittoria, pure medagliata, fu staffetta partigiana, mentre il fratello Luigino, alpino, “cercò di seguire il padre in tutto e per tutto – ricorda Valenti – Si fa tutta la campagna di Russia, torna disilluso, entra nelle fila partigiane, si reca nella zona del Collio dove ha scontri frequenti con i tedeschi e in uno di questi difende i suoi 19 uomini fino all’ultimo”, per poi morire.

(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
7
Shares
Articoli correlati