Presto una commissione d’inchiesta sulla gestione della pandemia durante la seconda ondata. Zaia: “Non ci siamo mai rifiutati”

Oggi, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza sanitaria, alcuni consiglieri regionali di opposizione erano presenti alla conferenza stampa nella sede della Protezione civile della Regione Veneto.

In una conferenza stampa precedente, gli stessi consiglieri hanno detto che sono pronti a depositare una richiesta di istituzione di una commissione d’inchiesta sulla gestione della pandemia in Veneto durante la seconda ondata.

“Non ci siamo mai rifiutati di attivare le commissioni d’inchiesta – ha affermato Zaia – Lancio anch’io un’altra proposta: ce n’è una che abbiamo istituito sulle case di riposo che è lettera morta, perché poi è finita l’amministrazione. Si faccia in modo di metterle assieme tutte e due o se ne facciano due distinte, tanto a me non cambia nulla”.

L’opposizione, inoltre, ha posto un problema di “agibilità democratica” per mancata risposta alle interrogazioni dei consiglieri e alle richieste di accesso agli atti, oltre ad una comunicazione insufficiente da parte del presidente e dell’assessore alla sanità sulla gestione della pandemia.

L’assessore Manuela Lanzarin ha replicato che molte interrogazioni hanno avuto risposta e lei stessa è andata in quinta commissione in audizione ogni volta che le è stato chiesto (anche con i tecnici).

Intanto, continua il calo dell’infezione da Covid-19 in Veneto ma le autorità sanitarie della Regione invitano comunque a non abbassare la guardia.

Il presidente Zaia ha ricordato che gli esperti dicono che con la bella stagione la situazione potrebbe migliorare ancora, proprio perché si passa più tempo all’aperto.

Il governatore ha spiegato che questa situazione non deve essere interpretata come un “salvacondotto” per non portare più la mascherina o non igienizzare le mani, comportamenti da portare avanti anche in questa fase dell’emergenza sanitaria.

“La vera preoccupazione sono gli assembramenti – ha dichiarato Zaia -, non è che uno non deve andare al bar o al ristorante, però lo deve fare sicuramente in maniera attenta evitando di esporre se stesso, e quindi di conseguenza anche gli altri, ad eventuali contagi. Nelle ultime 24 ore abbiamo fatto 37 mila vaccini, abbondantemente sopra il target: siamo in assoluto quelli che performano meglio rispetto ai target nazionali”.

Il totale dei vaccini somministrati fino ad oggi in Veneto, invece, è 1.750.522 dosi, 12 mila dosi sopra il target fissato a livello nazionale.

La disponibilità di vaccini contro il Covid-19 in questo momento in Veneto è di 275.356 dosi e la Regione può arrivare fino a 50 mila somministrazioni al giorno.

Da lunedì prossimo il Veneto avrà 201 mila dosi a disposizione e questa settimana si cercherà di dare fondo al magazzino (si accantoneranno un po’ di vaccini per le seconde dosi, soprattutto di AstraZeneca).

Zaia ha fatto un nuovo appello alla categoria 60-69 anni per la prenotazione del vaccino visto che ci sono dei posti disponibili anche per domani (presto si aprirà anche la vaccinazione per la categoria 50-59 anni).

I dati di oggi dicono che in Veneto la popolazione degli over 80 è vaccinata con almeno una dose per il 96,7%, la fascia 70-79 per il 72,4 %, la fascia 60-69 per il 30,4 %, i disabili per il 67% e i vulnerabili per il 58%.

Questi i dati di oggi, lunedì 3 maggio 2021, sull’emergenza Coronavirus nella Regione Veneto: 5.037.618 tamponi molecolari, 4.371.729 test rapidi, 9.537 tamponi nelle ultime 24 ore, 364 positivi intercettati nelle ultime 24 ore, 413.506 positivi intercettati in Veneto dall’inizio dell’emergenza sanitaria, 21.923 positivi in questo momento, 1.391 ricoverati totali per Covid di cui 183 terapie intensive Covid (una in più di ieri) e 1.208 ricoverati in area non critica (uno in meno di ieri), 268 pazienti non Covid in terapia intensiva, 11.369 morti in totale (4 morti in più di ieri) e 20.571 pazienti dimessi dagli ospedali.

La percentuale dei positivi al Covid sui tamponi effettuati è del 3,82%.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
3
Shares
Articoli correlati