Il presepe? Un gioco da ragazzi. Lavori originali e alternativi dei giovani di Codognè e Costa di Conegliano fra tradizione e attualità


La tradizione dei presepi ha coinvolto anche i ragazzi del territorio dell’Alta Marca trevigiana, in particolare a Codognè e a Costa di Conegliano.

Nel primo caso sette ragazzi di Codognè dai 13 ai 17 anni, Erika, Matteo, Giovanni, Nicole, Andrea, Vanni e Diego (nella foto) si sono impegnati in questi mesi a preparare un presepe molto particolare.

“Ci abbiamo lavorato da fine settembre fino a metà dicembre, ci ha portato via molto tempo ma siamo soddisfatti del risultato” spiegano.

“Abbiamo creato questo presepe per portare avanti una tradizione e per far vivere al meglio il Natale a tutta la comunità” ammettono i ragazzi.

Il presepe di Codognè

“Il presepe è stato realizzato in polistirene ed è stato tagliato con il taglierino, incollato con la colla a caldo, poi inciso son lo stagnatore ed infine dipinto con le tempere. Passione e collaborazione sono stati i nostri cardini – concludono -. Abbiamo voluto fare una rappresentazione alternativa ma allo stesso tempo tradizionale, mantenendo lo spirito che contraddistingue il periodo natalizio ma a modo nostro“.

Il presepe è visitabile lunedì 27, martedì 28, mercoledì 29, giovedì 30 e venerdì 31 dicembre, venerdì 7 gennaio, sabato 8 e sabato 15 gennaio dalle ore 15 alle 17.30.

Il presepe di Codognè

Anche nella località coneglianese di Costa un gruppo composto da quattro ragazzi di 15 anni ha voluto trasmettere la propria originalità attraverso un presepe toccando anche tematiche attuali.

“Da quattro anni portiamo avanti il progetto del presepe all’interno della parrocchia, con l’aiuto di un genitore. – spiegano -. Negli ultimi due anni, a causa della pandemia, abbiamo deciso di allestirlo all’interno di un piccolo chiosco in legno collocato nel piazzale della chiesa in modo da favorirne la visione in sicurezza a tutti i visitatori“.

Il presepe di Costa di Conegliano

“Quest’anno abbiamo deciso di rendere protagonista del nostro presepe la natura, che in questo periodo subisce grandi maltrattamenti, utilizzando elementi naturali provenienti dai boschi di Costa come rocce, muschio e alberelli” spiegano.

Il presepe è aperto dal 24 dicembre al 30 gennaio, dalle 8 alle 19 nei weekend e nei giorni festivi come da orari esposti nei locali di Costa e del Duomo.

(Foto: per gentile concessione dei gruppi).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati